martedì 23 ottobre 2018

Oggi riprendo a scrivere

Ti avevo regalato un cilindro bianco.
Quando l'ho visto nella vetrina del cartolaio ho subito pensato che ti sarebbe piaciuto: era un caleidoscopio.L'ho tenuto come uno sguardo tuo, di quelli intensi pieni d'amore che tu sapevi fare benissimo!
Ricordare questo è una cosa da batticuore, come la tua vita.

La luce non andava a prendere i cristalli prigionieri ma l'immagine che si componeva.
Si vedeva danzare, scomposti e moltiplicati i libri sparsi in giro, un angolo del tavolo, il biondo di una lampada. E girando il cilindro si capovolgeva quel mondo di schegge disperse. Gioco infinito delle cose, luci appena nate e già fuggite.
Caleidoscopio, Caleidoscopio Di Sfondo



E' per questo che oggi riprendo a scrivere. Ho ritirato il computer nuovo. Sfioro i tasti e il mio pensiero scorre e  ti faccio un colore, una luce.
Tu sei già nella luce e mi indichi il colore mentre danzi, corri e mi sorridi.
Poi ti volti e inclini un po' la testa...entri in questa stanza
 che non hai conosciuto e naso all'aria m'interroghi sul perchè delle mie scelte, dei colori....e sei tu il colore in questo giorno di meta' ottobre
troppo caldo.
Ti regalo carezze color lampone. E ti allontani. Te ne vai , monella mia con la promessa di giorni disegnati tra le nuvole. 

.Lamponi, Frutta, Rosso, Dolce, Bacca
Al parco vicino a casa i bambini parlavano delle immagini delle nuvole. E Giacomo mi raccontava di quelle che vede prima di addormentarsi e assicurava che non gli avevano mai fatto paura.
Io, lo sai, molto spesso non dormo e i sogni poi li ricordo sempre.
I miei sogni s'addormentano per il troppo sognare di te.
E cerco le parole per trovarti. Per averti accanto.

foto di cieli e nuvole da usare come sfondo

Nessun commento: