venerdì 4 settembre 2015

Parole d'amore per un bimbo Siriano





Ti ho guardato

quando la notte ti ha chiuso gli occhi.

Ho visto quando

ti ha sollevato in alto,

ha accarezzato la tua mano

aprendo il tuo piccolo pugno.

Terra umida si è unita

con altra terra

dove eri solito giocare.

Ora appoggia la testa qui,

sulla mia spalla,

e dormi.




(Favola di Claudio Chieffo)

Volerà nel cielo senza nuvole
una voce, un canto inconfondibile:
i bambini di Dio
la gloria canteranno liberi
di Chi ha fatto la vita
e ha dato la Speranza agli uomini.




2 commenti:

Caterina Galli ha detto...

Che belle parole, anche se un po' tristi! ☺
Un abbraccio! 💖

Lucia Nadal ha detto...

Caterina cara sorella mia....cosa puoi dire ad una creatura di Dio che solo, ha trovato riposo su di una spiaggia sconosciuta?
Tanta tristezza! Dov'è il tuo blog? Ora però vado a nanna. Fare tutti i giorni Novara-Milano e indrè mi stanca anche se il cuore è sereno. Buonanotte mia cara. Dimmi sei a Novara? Domani sposa la Michela Santamaria. Ci sei? Bacio.