Conversazione con la morte (inizio)

18 comments

Vieni avanti, su.
Non aver paura. Entriamo ancora una volta
nel nostro triste, umido eppure così tenero sottoscala.
Questi che ci guardano
sono tutti occhi di amici.
Ecco: sediamoci qui, come ieri,
come sempre.
Sediamoci come se fosse una sera uguale alle altre.
Così, giorno dopo giorno,
siamo arrivati alla fine della nostra grande
bellissima giornata,
com'è grande e bellissima la giornata di ogni uomo.
Un tempo pensavo di poter dire
che la mia lo fosse di più;
ma quale conoscenza dei pianti e degli affetti,
delle speranze e delle disperazioni,
delle sofferenze e delle gioie altrui
mi potrebbe consentire, oggi, un simile diritto?
Ove pur non avessi fatto che avvicinarmi a loro,
parteciparle, entrarvi dentro,
e, a poco a poco, con la prudenza che esse meritano
aprirle e conoscerle,
sempre mi sarebbe mancato in quella conoscenza
qualcosa,
qualcosa mi sarebbe sempre sfuggito;
forse il punto più alto dell'altrui felicità,
la spina più acuta dell'altrui dolore;
ed è proprio in quella punta,
su quella spina,
che le parole si fanno deboli,
denunciano le loro incapacità
e sulle bocche degli uomini,
su quelle degli animali,
come sulle verdi labbra degli alberi,
scende il bisogno d'un pudore ancor più grande
e, con esso, il sipario muto, invincibile e sacro
del silenzio.

(Giovanni Testori)

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

18 commenti:

  1. "la spina acuta dell'alrui dolore...
    su quella spina le parole si fanno deboli
    ...denuciano le loro incapacità....scende il bisogno di un..."pudore"?

    Non denunciamo ne testimoniamo, soprattutto perchè non ci si ritrova più...perchè ogni tanto non troviamo la coscienza.
    L'esitere dell'umano non giunge se stesso, non nasce alla vita, non diventa esistenza senza verità e coraggio.
    Se starò bene domani sarò al Santuario
    Buona notte Lucia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo più avanti! Ciao intanto!

      Elimina
  2. Morte e vita. Dolore e gioia.
    Buona domenica Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quattro momenti che fanno la nostra vita:donandola a Colui che può tutto, sapremo vivere tutti i momenti con speranza! E' notte: la domenica trascorsa...Io sono qui in attesa che il sonno mi abbracci! Ciao Ricc. Buonanotte! Grazie di essere passato.

      Elimina
  3. Non sono riuscita ad andare Lucia, mi sono svegliata ora, di notte non riesco bene a respirare
    Spero di riuscire ad andare stasera.
    E domani al lavoro...
    Auguri per la tua festa.
    La morte è una liberazione, se poi davvero c'è Lui vicino a me, cosa potrei desiderare di meglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sara,Se per te il Santuario è un luogo in cui trovi serenità vai più spesso che puoi, altrimenti ricorda che c'è un posto vicino a te dove le preghiere nascono spontanee: la tua anima!
      Gesù disse:il mio giogo è semplice il mio carico leggero! Affida a Lui e a Maria, nostra dolcissima madre, la tua sofferenza, Loro la trasformeranno nella speranza di un domani più sereno in cui abbandonarti.
      Desidera che il Suo disegno su di te si compia...e vivi abbandonandoti a Loro!Proprio dieci minuti fa Ada mi ha chiamato perchè le controllassi incavo dell'ascella destra: c'è un piccolo nodulo. Domani mattina si farà subito visitare nell'ambulatorio di Radioterapia!La vita di questa mia figlia è proprio un piccolo calvario.
      Non sono serena, anzi, malgrado tutto il Signore ci è sempre stato vicino. So che non ci abbandonerà.Buonanotte

      Elimina
  4. Cara Lucia: Son tutte belle le mamme del mondo...♪♪!
    Tanti auguri,(anche a Ada)♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, sono riuscita ad aprire il computer dieci minuti fa. Ricambio gli auguri in ritardo!
      Noi abbiamo festeggiato ieri, perchè la domenica c'è Rosalba che non essendo mamma, detesta queste feste, quindi abbiamo fatto finta di niente...
      Ada e Elena sono andate a Cesto dove c'è la cascina che i Mantegazza hanno dato, possiamo dire così, in gestione alla Pellegrina per organizzare pranzi, merende o cene per la Comunità. Oggi hanno lavorato per Avsi preparando, cucinando e servendo 60 parenti dei bambini che questa mattina hanno ricevuto la Prima Comunione.Sono tornate alle sei e mezza stanche morte!
      Ora tutto tace: lavora solo la mia mente...Buonanotte!

      Elimina
  5. ciao Lucia sei circondata da belle persone, sei fortunata.
    Io sono qui non sono andata al lavoro
    sto toppo male.
    prega pe me!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho aperto il blog intanto che asciugano i pavimenti! Ciao Sara. lo sai che mi spiace tanto se non stai bene! Tra poco, cioè quando mi ritiro in cucina per spadellare,dirò il rosario della mattina e penserò a te e a Ada! Tranquilla!Buona giornata.

      Elimina
  6. Ciao Lucia.
    Ho letto di tua figlia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora sono in attesa di una sua telefonata!Ciao Gus. Grazie!

      Elimina
  7. E' andato tutto bene per tua figlia?
    ciao

    RispondiElimina
  8. Per fortuna sono solo cisti:tante piccole cisti da tenere sotto controllo. E ce n'è una grossa nel seno destro. Appena posso vado da San Riccardo Pampuri!Grazie per essermi stati vicini! Non lo dimentico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara non ti ho chiesto come stai tu? Come hai trascorso la notte? Ho letto recentemente il libro di Gramellini "Fai bei sogni" Leggilo è un po' triste ma scritto bene e si legge volontieri!

      Elimina
  9. Stai serena,aveva fatto un controllo l'anno scorso se non sbaglio,vero?
    Un abbraccio ♥

    RispondiElimina
  10. il respiro va meglio. Dormo molto, è tornata l'arterite alla mesenterica e quel dolore mi è insopportabile, l'infiammazione mi prende anche la testa, non mi alzo dal letto e non mangio
    Sto pagando caramente gli scontri verbali con il mio dirigente...diciamo che..voleva "farmi fuori" cordialmente, ma non ce l'ha fatta, nemmeno stavolta.
    Sono contenta per tua figlia.
    ciao

    RispondiElimina
  11. Il respiro va meglio, mi è venuta l'arterite: è insopportabile, mi prende l'addome e la testa.
    Sono state due ,terribili, ho avuto scontri verbali con il mio dirigente....ancora una volta ho avuto la ragione, ma poi sono crollata. Stamattina dovevo rientrare al lavoro,ma già venerdi ho cominciato ad avere dolore.
    e' tremendo andare a lavorare quando sai non essere gradita.
    Sono contenta per tua figlia!
    ciao

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...