Rifletto alla " 1a lettura"di oggi (Sacino)

12 comments

Perchè Dio, nel Suo Amore, ha dato a Mosè i comandamenti? Perchè è un Dio geloso (1a lettura); geloso di noi, della nostra vita tentata tra il possesso della terra e la conquista del Paradiso.
Egli è un Dio geloso e innamorato e perciò non tollera alcuna offesa alla dignità della persona amata; è un Dio così innamorato della bellezza e della sacralità dell'uomo che non permette alcuna profanazione. E' uno sposo così preoccupato per la bellezza della Sua Sposa - la Chiesa - che caccia via con durezza, con severità, quanti, pur dicendosi figli, uomini, donne di Chiesa, ne macchiano la bellezza.
Dobbiamo  imparare a convertirci ogni giorno. Dio non si compra con falsa carità o con una vita ipocritamente cristiana!
Chiediamo il coraggio e la forza dello Spirito per una purificazione personale secondo le esigenze del Vangelo.
Prendiamo coscienza dei nostri compromessi perchè Dio ci dia la grazia di vincerli e rinnoviamo i nostri propositi di vita autenticamente cristiana perchè Dio ci doni la grazia di viverli.




PREGO
Perdonami, Signore,
per aver dimenticato
che la Chiesa è il Tuo Corpo,
è la Tua famiglia nel Tempo
è mia madre nella fede.
E la mamma prima di tutto
si ama così com'è:
con i suoi pregi e i suoi difetti
e il suo volto diventa più radioso
se, incominciando da me, mi
converto al Vangelo e, senza attendere
che gli altri si migliorino,
miglioro me stesso
solo perchè Ti amo.
Perdonami e convertimi.
Amen.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

12 commenti:

  1. Sento in te la vera autocritica, che è un lumino nelle tenebre per chi cerca COLORO che GLI appartengono.

    Sai dirmi perchè il VANGELO termina così?
    Non ti sembra alquanto strano?

    Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa, molti, vedendo i segni che egli compiva, credettero nel suo nome. MA LUI, Gesù, NON SI FIDAVA DI LORO, PERCHE' CONOSCEVA TUTTI E NON AVEVA BISOGNO CHE ALCUNO DESSE TESTIMONIANZA SULL'UOMO. EGLI IN FATTI CONOSCEVA QUELLO CHE C'E' NELL'UOMO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Egli conosceva ciò che è nell'uomo" Sa di che cosa siamo fatti e plasmati: tutti i nostri difetti il nostro non limpido comportamento...Per quanto cerchiamo di essere migliori abbiamo sempre bisogno della Sua Misericordia! Ciao e arrivederci!

      Elimina
  2. Si, certamente, ma la tua risposta è FERMA ... ancora.
    Cosa vuoi dirmi? ... che continueremo a sbagliare e LUI a per-DONARE?
    Non dovremmo un po', ANCHE, camminare ... verso di LUI. SEGUENDOLO ... naturalmente e non andandoci CONTRO.

    Gesù era bravo a BASTONARCI AMOREVOLMENTE ed è questo che ci ATTRAE a LUI, come se LUI avesse vissuto in NOI ... prima di NOI.

    POSSO SOFFERMARMI un po' qui?
    Non so nemmeno come ci sono finito.
    Però mi sento sfinito.
    Sono sicuro che qui attingerò PARECCHIO della SUA PAROLA.

    TU VUOI?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fermati. Riposati. Vorrei solo dirti di pensare allo sguardo, alla consapevolezza di che cosa è l'uomo, alla tenerezza sconfinata che ha Gesù nel ricordarci che "i nostri nomi sono scritti nei cieli", che siamo stati scelti, perchè siamo suoi amici, perchè solo in Lui troviamo risposta al nostro desiderio di pienezza. La nostra preoccupazione nel domani, ci logora; come se potessimo, con le nostre preoccupazioni risolvere noi tutti i problemi ma con la certezza che UNO si preoccupa di noi.
      Non so se sono all'altezza della tua fiducia...
      Intanto riposati se sei stanco...

      Elimina
    2. Perchè non ti ritieni all'altezza?
      Lascia GIUDICARE ME e se mi dai PANE DURO ... dammi anche un po' di acqua per ammorbidirlo.
      C'è sempre rimedio a TUTTO ... anche alla morte (che dicono che sistema tutto per il morituro), ma in DUE di certo ... "CIELO FAREMO".
      Tu aiuti me ed io aiuto te.
      Cosa posso fare per te e per la tua CASA per ricambiare la tua ospitalità?

      Parlami di LUI ed io ti dirò di PIU'.

      Elimina
    3. Ora sono stanca...è l'ora della preghiera, anzi prima... della camomilla! Chiudo ricordando un passo della Bibbia che dice:"Ti ho amato di un amore eterno, ho avuto pietà del tuo niente". Buonanotte nel Signore.

      Elimina
    4. Non è meglio dopo la camomilla?
      Chi E' che ha pietà del niente?
      Non capisco!
      Mi aiuti a colmarlo?
      Poi vediamo di comprenderlo.

      Elimina
    5. E' un passo della Bibbia l'ho imparato a memoria ma non ricordo in che punto l'ho letto. Lo dice il Signore di cui sono creatura bisognosa di misericordia. Lui mi ha desiderato, mi ha pensato, più di chiunque altro e mi ha messo al centro dell'universo.Sono proprio "niente!" Sorridi?(E' sparito il mio profilo, vado a rimettere a posto il blog. (vedi il niente?))Lucia

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. Ho eliminato il commento perchè l'hai già trovato tu. Grazie

      Elimina
  3. Da lontano gli mi è apparso il Signore:
    "Ti ho amato di amore eterno,
    per questo ti conservo ancora pietà"
    (Geremia 31,3)

    RispondiElimina
  4. Ciao Lucia ti auguro una buona notte!
    Un bacio

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...