Due righe di A. D'Avenia: Ciò che inferno non è

2 comments

Il sole è incastrato dietro al mare e le ultime stelle si aggrappano come edera al crepuscolo per rimanere nel cielo.
Sarebbe bello se il sole, oggi, sorgesse su una città nuova, cambiata, piena di giardini e di uomini che lavorano e amano. Di uomini il cui lavoro è un ponte tra i sogni e la realtà e non un esilio da se stessi. Nel buio un uomo abita la città di Dio.

All'inferno ho trovato il paradiso
E' molto più piccolo e breve dell'inferno.
Assomiglia all'angolo di un giardino o a un minuto. Ma è tutto.
Ed è il compiersi di ogni cosa.
Del seme nella rosa.
Dell'uomo nell'uomo.
Della donna nella donna.
Di Dio nelle cose
E trionfa silenzioso anche se mostra soltanto un volto incompiuto, di una bellezza quasi straniera. In esilio.
Il paradiso si fa largo e niente e nessuno riesce ad afferrarlo e ingabbiarlo. Intrepido come la verità,. indomito come la bellezza.
Pietà di me, per tutte le volte che ne ho rallentato il fiorire.
Pietà di me, mio Dio, pietà di me, se quell'inferno l'ho costruito anch'io con la mia accidia. Non basta evitare il male. il bene bisogna farlo.
C'è ben poco di me, oggi, che evochi luce. Ma ogni seme nascosto nella cecità della terra, trema.
Non evoca forse la luce ma la invoca.
Così io t'invoco. Come un seme.
Troppo piccolo per una terra così desolata e oscura come la mia.
Aiutami, mio Dio, a non rimanere solo.
Aiutami a fidarmi di Te.

E quella città, in lui, diventava reale. Ne libera i sogni più duraturi, Intanto il mare si spezza sulla costa salda come un dogma e costringe quel porto ininterrotto alla fiducia in ciò che è costante. Non si può non sperare dove tutto è porto.



La foto è di mia nipote con le amiche, all'alba per vedere il sole sorgere!
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

2 commenti:

  1. A me piace di più "Bianca come il latte, rossa come il sangue"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di aver letto questo libro che parla di don Puglisi e della mafia. Per me, Alessandro ha fatto un grandissimo passo avanti sia come scrittore, che poeta e anche cristiano. Buonagiornata Gus.

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o