venerdì 24 maggio 2013

Riflessioni al pc.



Io penso che tutti indistintamente abbiamo bisogno di Dio, anche coloro che si dicono atei hanno una specie di culto per qualcosa che è loro superiore (non so, un ideale, un concetto filosofico, la ragione). Ci sono poi persone che non negano l'esistenza di Dio, ma è come se lo facessero.
Il Signore ci viene incontro mille volte, si fa sentire in mille modi, ci viene vicino, ma noi chiudiamo gli occhi e ci turiamo le orecchie per non vederLo e non sentirLo per la paura di soffrire anche se questo soffrire ci può portare alla felicità .
A volte il Signore ci fa sentire la Sua presenza: quando ci sediamo in un prato, tra l'erba alta e il vento ci passa vicino  facendoci sentire il profumo di fiori lontani, o quando, di notte, vegliamo in silenzio coperti da pensieri che solo Lui e la nostra mente conoscono, ecco che la Sua presenza c'investe, ci avvolge ecco che allora ci perdiamo in lei.
Ed anche durante il giorno, mentre ci occupiamo di cose completamente normali, come scrivere al pc, e noi non pensiamo davvero al Signore, Egli di colpo ci viene incontro.
 Ecco quello sarebbe il momento più adatto per parlare con Lui. Invece restiamo ad arrabattarci con il cassetto che fatichiamo a chiudere o con le scarpe che non si vogliono slacciare.
Abbandoniamo al cielo la nostra anima, sentiremo il Suo aiuto, anche nelle piccole cose e saremo più lieti. "provare per credere!" 

8 commenti:

Omar Orsini ha detto...

Tutti hanno bisogno di Dio, ma volendo fare i comodi propri finiscono per scegliere Satana.
Ciao Lucia.

MikiMoz ha detto...

Una cosa... come sai, io non sono cattolico, non credo nell'esistenza di un Dio (più che altro, nemmeno la nego ma mi sembra improbabile).
Credo nell'uomo e nella Natura che ci regola.
Però, dicevo... non capisco perché chi crede deve immergere nella sua bolla anche chi non lo fa.
Per te sono io che non voglio incontrare il tuo dio, ma io potrei dire una cosa al contrario, no?^^

Moz-

Lucia Nadal ha detto...

Moz, grazie per essere vero. Lo so che non credi, almeno così leggo nel tuo blog o nelle risposte che scrivi. Io ti voglio bene lo stesso. Hai mai visto un film o letto un libro che ti ha dato delle emozioni? Così è per me. Vorrei che tutte le persone provassero quello che io provo quando parlo di e con Dio.L'anima si libera e il cuore è felice. Perché non dirlo? Vedi, il mio adorato Enrico, (di 44 anni) bello, dolce, ultrasensibile dopo la morte di Valeria (la mia seconda figlia) e il suo primo figlio Luca, non è che non crede più, ma è tremendamente arrabbiato con Dio. Viene in chiesa solo in determinate occasioni (rare) e lo fa per far contenta me.
E in quei momenti lo amo ancora di più. Aspettiamo i suoi tempi. Dio lo aspetta. Ciao e se insisto con ciò che fa parte della mia vita, non ti inquietare! Io aspetto i tuoi commenti: rispettandoli! Buona serata!

Lucia Nadal ha detto...

Si costruisco un Cristo fatto a loro immagine e somiglianza! Ciao Gus.

Anna Di Maria ha detto...

Ci sono anche alcune persone che negano di credere perchè fa più IN (i giovani dicono figo), per dimostrare che sono forti. Leggo alcuni blog dove negano la Sua esistenza ma continuano sempre a parlarne spesso denigrandoLo. Ed io non capisco il perchè di questo comportamento. Moz ha questo pregio, a mio avviso: nega l'esistenza di Dio ma non ne parla male anzi lascia una porta aperta. Altri invece lo bestemmiano pure ed allora io mi chiedo: "perchè bestemmiare un Qualcosa se ne neghi l'esistenza?" Mah mistero!
Baciobacio cara

dagioia ha detto...

Sono d'accordo con ciò che ha commentato Anna Di Maria.
Ciao Lucia , bacione!
Dani

Lucia Nadal ha detto...

Ho sempre combattuto la bestemmia: se una persona crede, non capisco perché lo faccia. Se non crede, non capisco perché lo faccia. Ritengo sia per ignoranza. Anni fa, nei negozi, ricordo, c'erano ben presenti due cartelli: uno NON BESTEMMIARE. L'altro: NON SPUTARE PER TERRA- Secondo me sarebbero ancora validi. Buona notte Anna Di Maria

Lucia Nadal ha detto...

Ciao Dani! Abbiamo concluso la Festa Parrocchiale! Domani vedo se riesco a mettere giù qualcosa. Non so. Elena sempre più arrabbiata. E' stato un mese pesante: tanti momenti di rappresentazioni d'orchestra. Oggi erano in piazza Puccini. E' venuto Mario.Lui felicissimo per averla, finalmente, vista. Lei fuori dalle staffe. Sta lavorando alla tesina d'esame di 3a media: non vuole parlare delle sue paure neanche con me! Bah. Notte a te e prega per lei!