mercoledì 5 gennaio 2011

EPIFANIA



L'Epifania, festa cara a tutti i cristiani, è il momento stupendo che ci coinvolge personalmente perchè la Parola di Dio, nei tre brani che la liturgia eucaristica propone, a ben rifletterci, parla di noi.
Noi siamo i discendenti di quei popoli pagani che, come narra solennemente la prima lettura (Is 60,1-6) sono venuti alla fede nell'unico vero Dio, di cui il popolo eletto è stato custode e testimone lungo la storia.
L'evangelista Matteo, vede proprio nei magi che giungono da lontano, provati da tante fatiche, per adorare, Gesù, re dei Giudei, in Erode, che vuol sapere ma solo per uccidere e negli scribi, che sanno, ma non credono, ciò che la Chiesa, nuovo popolo del Signore, vive e vivrà fino alla fine dei tempi.
Preghiamo perchè tutti i popoli accolgano il messaggio evangelico e perchè ogni comunità cristiana, abbia una visione universale della Chiesa e sia pronta ad accogliere i lontani per annunciare loro, sempre e soltanto Gesù.