lunedì 26 giugno 2017

Salve Famiglia!



Essere nata a Milano mi ha fatto sempre sentire...come dire... come spiegare...come se fossi un po' blasonata. 
Ancora oggi quando mi si chiede "dov'è nata"? con un certo orgoglio annuncio a tuttelettere: M I L A N O.

Al solo pronunciare il nome della mia città sento nell'aria un contenuto lirico. 
Malgrado il paesaggio non sia la delizia dei pittori, nelle sue vie, piazze, angoli nascosti, cortili interni alle case, ci sono elementi di spettacolarità.

Se qualche cantore ha immortalato Milano nella sua poesia, certamente non ha descritto monti o marine ma nomi come "Torre Velasca" "Castello sforzesco" "Piazza del Duomo (una delle 7 meraviglie del mondo" "Teatro della Scala"... io amo questa sua bellezza che dona al vezzo biografico, un non so che di "Nuovo mondo"

Lascio Milano al mio cuore e ai miei ricordi, e una volta alla settimana passeggio per quei viali:  perchè ora abito a Novara.

Ci vivo bene, è una cittadina di provincia e lascio ai novaresi il piacere di suggerirmi tutte le bellezze salde e terrose, forse più acquose (risaie), che la contraddistinguono.

Mi trasferii qui perchè mio marito lo desiderava ed io innamorata, la cosa più bella che potessi fare, era quella di seguirlo.

Se riuscirò a trovare le fotografie che ho scattato le posterò, ma ora è di turno la mia seconda, o magari prima, in ordine di frequenza, famiglia: Eccola:


Matrimonio Carlo (l'ultimo dei fratelli)L'ordine di nascita viene determinato dal grado di calvizie.Paolo qui è sceso nel gradino sottostante per... così...

matrimonio Vittorio


 Al matrimonio di Carlo ci immortalarono (le sette  mogli e la Rosalba)



Foto di gruppo terminata la S. Messa
Qui il club è a Susa, quasi al gran completo (Babbi, Madri Figli e nipoti) E bhè qualcuno manca
solo per indisposizione......




Perchè Susa?


Perchè è la cittadina in cui la famiglia di mio marito ha vissuto per molto tempo,lì sono nati i due più piccoli mentre gli altri iniziavano la scuola; e mentre la guerra invitava alla pace i tre maggiori venivano affidati alla nonna materna e iniziarono il percorso che li avrebbe poi portati alla laurea. 
Solo nel 1950 si trasferirono a Novara dove il Babbo Guido era Questore. 
Abitiamo abbastanza vicini, per scelta,e ora che le file si sono assottigliate, siamo ancora più uniti. 
Dobbiamo ringraziare Dio se i nostri figli si sentono orgogliosi dei loro padri e, capita che una volta all'anno si organizzi la famosa "Giordanata" o "Cuginata" cioè un momento di condivisione in cui anche chi non abita a Novara (tipo Roma) arriva per trascorrere giorni ricordando canzoni e monellerie varie dei loro padri. 
Condividono la passione per la Juve (grrrrr) e per la medesima idea politica (c'è sempre però una pecora nera anzi verde!!!!Non te le prendere Massimo, lo sai che tifiamo per te magari per un solo un particolare momento)


SUSA (ascoltando ricordi)

Quando il sole
molto presto o molto tardi
ripara tra i monti vicini
nei vicoli si accendono le luci
e tra le case
passa il silenzio
colorando Susa
di ombre blu.
Canta la Dora
frammenti di nostalgia
Canta il vostro desiderio
di quieta memoria.
Canta la luce
dei raggi di sole
sull'acqua che scorre veloce.
Lo scrigno segreto del cuore
regala il suono di voci amate
che sussurrano i vostri nomi.
Il mondo della vostra infanzia
è una fiamma, un fuoco,
avvicinando la mano,
vi riscaldate un po'
 finisce il canto delle parole.
Rimane la sete del cuore.

(Lucia)
Risultati immagini per Immagini del Rocciamelone (Susa)
La Madonnina del Rocciamelone (mt. 3.538) la montagna tanto amata Immagine correlata