Settembre

3 comments
Risultati immagini per Immagini di pastori e greggi

I Pastori


Settembre, andiamo. È tempo di migrare.
Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all'Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.

Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d'acqua natia
rimanga né cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d'avellano.

E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!

Ora lungh'esso il litoral cammina
La greggia. Senza mutamento è l'aria.
Il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquio, calpestio, dolci romori.

Ah perché non son io cò miei pastori?


C'era un tempo in cui al di là della nostra casa si stendevano i prati e spesso, ai primi di settembre, capitava che alla sera tardi ascoltavamo il belare delle pecore. 
Poi il giorno schiariva e la notte che aveva dimenticato la rugiada sull'erba, le nubi si erano alzate lasciando intravvedere squarci d'azzurro, profondo, quasi blu,arrivava il sole ancora caldo a riscaldare le madri e gli agnellini che avevano dormito nelle sacche appese al dorso degli asini.
Poi,i pastori iniziavano la tosatura. 
Era uno spettacolo favoloso.
Tante domande, "adesso non avranno freddo? Sei sicura, mamma che non sentiranno male?"
pastore
Ora non arrivano più. Hanno costruito un condominio.

Ecco che l'estate inizia a declinare. La finestra della camera è ancora aperta di notte e una virgola di luna illumina il cielo.



Risultati immagini per Settembre immagini bionde messi e vino per l'altare

Con l'autunno gli alberi carichi di frutti golosi, che adesso iniziano a prendere colore, sapore, succo e maturità.

Mi ricordano il nuovo susseguirsi dei giorni che erano iniziati con la fioritura dei germogli, che ha proseguito con la loro fioritura ed è maturata sotto il sole d'agosto.  
La terra che ha lavorato, ha faticato (e con lei l'uomo) conclude il suo annuale impegno. Poi si riposerà.

Così è la vita dell'uomo. L'irruenza della gioventù, l'erba dei sentimenti acerbi, le lussureggianti fioriture, la densa consapevolezza della maturità e poi, non il declino, non la fine, ma la fruttificazione del nostro credere e sperare e agire. 
Un lungo cammino che approderà al porto conclusivo.

Mi piacerebbe avere la sicurezza che anche per me ci sia stato dono della generosità e se avrà prodotto molti frutti!

Ben arrivato settembre! 
Attendo con gioia i tuoi colori, la bruna nel tramonto e quella dell'aurora, la brezza leggera che  donerà un gusto dolce alle nostre giornate. 
Risultati immagini per Settembre immagini bionde messi e vino per l'altare
Ti ringrazio settembre per quel Pane e quel Vino che rappresenterà nell'Offertorio i desideri segreti del nostro cuore.

Risultati immagini per Settembre immagini bionde messi e vino per l'altare

Sì, certo, i giorni avevano bisogno di te. Qualche stella
s'aspettava che tu la rintracciassi.
Montava un'onda dal passato, in qua o,
mentre tu passavi sotto una finestra aperta
Ti donava un violino.
.........
Voci, voci. Ascolta, mio cuore,
come soltanto i Santi
ascoltarono un giorno il grande richiamo
li alzava dal suolo; ma essi
restavano assorti in ginocchio:
così ascoltavano.
Non che tu possa mai reggere la voce di Dio, ma lo Spirto ascolta,
l'ininterrotto messaggio che dal silenzio si crea.(E.M. Rilke)
(questa poesia l'ho letta e riletta tutto il giorno e ora la scrivo per voi tutti. Dalla prima Elegia di Rilke)

Buon mese di Settembre.

Risultati immagini per Settembre immagini



Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

3 commenti:

  1. Al giorno d’oggi, in Abruzzo, le piccole realtà allevatrici sono sempre più scarse e, soprattutto, concentrate per lo più nelle zone di montagna. Sono pochissime ormai le persone che decidono di intraprendere questo tipo di lavoro e i pochi allevatori rimasti sono quelli che hanno iniziato molti anni fa, quasi sempre proseguendo l’attività dei propri avi.
    Al contrario, prendono sempre più piede, grazie alla consistente domanda dei consumatori, le grandi aziende bioagrituristiche, le quali utilizzano, per l’allevamento di un gran numero di capi di bestiame, la manodopera di lavoratori stranieri (provenienti per lo più dell’Est Europa).
    Quindi, in realtà, sono soprattutto questi ultimi che, attualmente, pascolano le greggi e si occupano degli animali. Inoltre, ora che la transumanza non c’è più, sono pochi i pastori che spostano il gregge a piedi da una zona all’altra al variare delle stagioni. Per lo più essi si trasferiscono in zone di alta montagna e trascorrono lì i mesi estivi nella totale solitudine, lontani dalla vita cittadina. Alcuni, tra i medi e grandi allevatori ancora oggi passano la stagione estiva in Abruzzo e quella invernale in Puglia anche se lo spostamento delle greggi
    naturalmente non viene fatto più a piedi, ma tramite grandi camion.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  2. http://abruzzonascosto.blogspot.it/2011/07/abruzzo-pastori-pecore-e-transumanza.html

    RispondiElimina
  3. Cara Lucia, parlare del mese di settembre, ci è facile, le giornate si accorciano piano piano
    e alla notte si dorme bene, il colori della natura iniziano ha cambiare si sta avvicinando l'autunno, come di ci tu tanto da fare per i pastori lasciano le montagne e vanno verso il mare, tutto va come un orologio ogni anno!!!
    Ciao e buona giornata cara amica, con un abbraccio e sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...