4 comments



In una sola unica notte
riavrai la tua chioma,
amico albero,
e ritornerà lo splendore 
di fiori già conosciuti.
Riavrai la calda luce
che filtra tra i pini con una
soavità di miele
per riscaldare
le tue artritiche braccia.
 Berrai
  petali di rugiada
ascolterai risate, cantare
come acqua.
Il prato stenderà il suo
mantello verde.
E in una sola, 
azzurra, 
notte.
 ti sentirai rinascere. (Lucia)

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

4 commenti:

  1. Brava cara Lucia, veramente versi molto belli!!!
    Ciao e buona giornata con un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Tomaso tutto bene? Mi mancavi!! Buona giornata. Lucia

    RispondiElimina
  3. Bellissima poesia Lucia!Conoscendoti bene, percepisco che tu rivolgendoti "all'albero" arrivi là dove si apre l'Immenso!
    Un abbraccio grande, con bacio!
    Ps. Hai comprato poi quel golfino beige?
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.Tornando a casa da Milano, porima dell'autostrada ci sono in bellavista 5 alberi con le braccia artritiche. Vorrei fermarmi per fotografarli, ma è impossibile, traffico troppo veloce. Tendere le braccia al cielo in una muta preghiera: Alberi che sono contorti dalla vecchiaia un po' come succede alle persone con l'età che avanza.
      Il golfini beige? L'ho lasciato là. Debbo pensarci. Dal dietologo: 8kg e mezzo dall'inizio. Lo rivedrò il 24 marzo e per quella data dovrei perdere altri tre kg. Qualche ruga s'è affacciata per ricordarmi l'oggi. Il dr. nel frattempo mi prepara la dieta di mantenimento. Io mi sento molto più sciolta......Buona serata Dani.

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...