un passerotto che vi dice "grazie"

11 comments
Ci sono dei momenti nella vita di ciascuno che non si vorrebbero raccontare, perchè sono nostri, momenti in cui parla solo il cuore.  
 Questa sera ho deciso di raccontarvi il perchè dei passerotti nel mio blog.

Nella saletta adiacente alla rianimazione, seduta su di una sedia avevo in una mano il rosario e nell'altra l'orologino di Valeria, regalo della cresima, e un fazzoletto. Ogni tanto entrava il medico di turno e mi chiamava. "Signora, venga a parlarle". Io tremavo, non sapevo cosa dire. Mi avvicinavo a quel letto e guardavo mia figlia. Gli occhi chiusi, un leggero rossore sulle guance.Valeria è bellissima. Non un graffio, nulla che giustificasse la sua presenza in quel letto e tutti quei tubicini.... Sottovoce,  timidamente ho incominciato a chiamarla. Sì, proprio così. Solo "Valeria!, Valeria, sono la mamma!" 

Poi le ho preso la mano e in quel momento siamo diventate una cosa sola. Spesso mi diceva: " Mamma ti piacciono le mie mani? "Sì, amore, sono proprio belle! Te le scaldo un po?" 

LAllora le ho preso la bella mano dalle dita lunghe e dalle  unghie curate, una mano abbandonata vicino al corpo e ho incominciato a canticchiare "Passerotto non andare via, senza i tuoi capricci che farò".... Era una delle nostre canzoni. E' rimasta la nostra canzone.

Quando ho pensato al Blog, ho pensato a lei, come sempre, come tutti i giorni, e ho voluto un passerotto (anche se poi è un pettirosso) che volava, come se n'è volata lei.....

Dopo alcuni giorni mi sono ricordata che un altro passerotto se n'era volato via, il mio piccolo Luca, il primo figlio di Enrico. Un Luca che non ho potuto neanche baciare, neanche sapere di che colore erano i suoi occhi. Nella stanzina dell'obitorio, vestito d'azzurro, Paolo ed io siamo rimasti lì a guardarlo. Poi abbiamo detto il rosario. 

Finalmente grazie ad una blogghista ho potuto avere anche Luca. Ora sono contenta.

Che questi miei cari piccoli Angeli, a cui dedico il meglio del mio cuore, veglino sempre su di noi tutti. E se un giorno la malattia o magari la perdita di una persona cara, ci porteranno altro dolore, vorrei che ci ricordassero di fare   una sosta davanti al Tabernacolo, dove c'è il Martire più grande e splendente, e uno sguardo a Maria ai piedi della croce, perchè solo Loro sapranno far cadere sulle nostre spalle una goccia di balsamo per le nostre ferite, le più profonde e dolorose.

Buonanotte
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

11 commenti:

  1. PREGO!
    ... ma Gesù non è un ... TESTIMONE (martire)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gesù si è immolato per noi poveri peccatori che non lo preghiamo abbastanza! Ciao Angelo! (Se non è un martire Lui?)

      Elimina
    2. Testimonia SE STESSO?
      ForSE così ti do raGIONE!

      Elimina
  2. Ciao Lucia
    ti seguo da poco e non conoscevo la storia della tua Valeria e del piccolo Luca.
    Queste tue parole mi hanno commossa.
    Anch'io penso sempre alle persone care che non ci sono più ed in particolare a mia nonna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio e il tuo passerotto mi regalano tanti sorrisi! Grazie ancora. C'è qualche nuvola bianca come la panna, in cielo, ma arriverà il vento che il cuore sogna a disperderla...Ciao dolce Iole

      Elimina
  3. Come sempre quando leggo qualcosa che ti riguarda personalmente, mi commuovo. I tuoi angeli ti sono sempre accanto cara Lucia. Scusa se non passavo qui da te ma ero impegnata per la festa di laurea del mio futuro genero. Un abbraccio grande! ^__^

    RispondiElimina
  4. Anch'io sono stata impegnata tanto con questo pc. che mi ha creato dei problemi. Ma ti ho pensato e col pensiero mi scusavo perchè non avevo tempo per parlarti un po'. Vedremo nei prossimi giorni....Com'è andata sia la laurea che la festa? Baci tanti.

    RispondiElimina
  5. Luciaaaaaaaa, dove sei , gironzola ^__________^!
    Ti chiamo dopo,
    Bacione.
    PS. Troppo bello quel passerotto che vola così delicatamente♥

    RispondiElimina
  6. Lucia devi sistemare il Profilo.
    Fai l'upgrade verso Google+ e poi aggiungi i gadget Google+Badge, il +1 e il Profilo.
    L'upgrade, cioè la scelta del profilo unico, si fa così.
    Accedi nella Bacheca, cioè www.blogger.com/home e sulla destra della pagina trovi una piccola ruota. Lì si passa al profilo unico. Dopo sarai indirizzata a una pagina dove concretizzi scegliendo l'opzione della condivisione dei post. Attenta a non cliccare l'opzione Google+commenti.
    Cerca di snellire il Blog. Cose che si muovono, musica di sottofondo e altre cosettine che Blogger non supporta.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gus per le tue informazioni. Fatto tutto. Ascolta: debbo sfoltire...va bene, ma cosa tolgo? Beh, il passerotto no, la musica...ma l'hai ascoltata come è bella? La candela? Ma la vita e la pace sono troppo importanti per ignorarle....non posso toglierla!Forse il Salmo invece di fare lo slid..lo imposto come è: un Salmo. Tu cosa mi suggerisci? Buona giornata!

      Elimina
  7. Lucia, ciao!
    Siccome sei la prossima ad essere MozIntervistata sul mio blog, potresti contattarmi via mail all'indirizzo mikimoz@hotmail.com ?
    Grazie mille!

    Moz-

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...