L'Amore di don Luigi Verdi

6 comments
 
 

L’amore ha bisogno di tempo per maturare, come una pianta deve saper resistere con pazienza nelle piogge d’autunno e stare serena nelle tempeste di primavera. Come una pianta, il tempo renderà l’amore umiltà e dolcezza.
 
Non dipende solo dalla pigrizia se le relazioni umane si ripetono così monotone e senza novità, ma dalla paura del nuovo e dell’imprevedibile che l’amore richiede, dal non lasciare uno spazio aperto che divenga un luogo non solo per accogliere l’altro, ma per la relazione con lui. Uno spazio dov’è consentito deporre le armi, rilassarsi e incontrarsi.
 
L’amore oltre le parole ha bisogno di gesti e sincerità. I gesti dell’amore sono fatti di piccole attenzioni quotidiane, della sorpresa del cuore quando i passi di chi ami si avvicinano, di sguardi che allontanano le tenebre e proteggono l’amore. Sono fatti di dettagli che nascono dal vicendevole servirsi, dall’intimità, dal respiro e dal parlare della pelle.
 
La sincerità dell’amore deve essere tanto umile da lasciarsi guardare nella verità e tanto misericordiosa da vedere senza condannare, perché l’amore deve essere sincero più che perfetto.
Non sopporto l’amore che si gonfia di orgoglio o si consuma in una generosità invadente. L’amore vero è discreto e delicato, rispettoso delle ferite e delle emozioni di ogni uomo. Mi piace chi ama una persona senza chiedersi da dove viene e verso dove va, sentendo che solo con spirito puro e libero può camminare con lui.
 
L’amore non lega, ma libera. L’altro non è la tua metà, né complementare a te, è un’identità che si realizza solo nel rispetto della diversità, nel permettere all’altro di restare di carne, vivo e senza trasformarlo in quel che tu vorresti.
La gelosia, l’ansia e l’intransigenza che nascono nell’amore sono figlie di una paura che non sa vedere l’altro nella sua essenzialità e verità, nella sua luce ed ombra.
 
Nascono dal non sapere scrutare i segreti del cuore, da un amore che non ha la forza di aiutarci a vivere, a morire, e soprattutto a rinascere di nuovo.

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

6 commenti:

  1. Mi fa specie che proprio un "don" parli di amore, in particolare amore di coppia!
    Forse per sentito dire o letto chissà dove!

    Credo che ognuno di noi, con le sue particolarità, con la sua unicità possa trasmettere e dare amore, amore-INCONDIZIONATO intendo io.
    Cosa comporta questo? dice il SALMO 122: comporta che ognuno di noi merita,(?) ha cioè il diritto, di realizzare se stesso al massimo grado, di avere cioè il massimo. E qual è questo massimo? E’ di essere avvolti nell’Amore,(?) cioè di usare tutte le proprie capacità,(???) le proprie abilità, anche i propri difetti, la propria croce,(??) per donare Amore e ricevere Amore.

    L’Amore che è Dio, ECCO, il vero se l'amore è solo DIO!

    Verità e Libertà e l’Amore è immutabile ed è aperto alla vita, crea vita, nuova vita. Ecco perché la Chiesa non può mai approvare l’atto omosessuale perché è un atto che non crea nessuna vita, che non ha, neanche in potenza, la possibilità di creare vita.

    Ritengo questa frase molto violenta sopratutto per coppie..."normali"??
    per coppie omosessuali e non che, per volere di Dio Amore, non hanno potuto avere figli! E non sono poche.

    Lo stesso motivo, in sostanza, per cui la Chiesa non accetta la masturbazione (?)o l’uso di metodi contraccettivi che non siano naturali (????). Quindi alle persone che sentono una pulsione omosessuale, la Chiesa chiede le stese cose che chiede a una persona eterosessuale, ovvero la castità al di fuori del matrimonio con una donna.
    Le cose da dire sarebbero ancora molte, sia da un punto di vista scientifico che storico, sociale e psicologico....e patologico no? mi chiedo io!

    Forse, oggi, la chiesa chiede, pretende troppo.
    Erano ridicoli i matrimoni di ieri in...bianco con velo, figuriamoci oggi! E ne siamo tutti consapevoli, preti compresi, ma facciamo finta di crederci, altrimenti ad-dio nulla si fa!

    Vorrei però concludere dicendo che se le parole del catechismo sono le più rispettose, degne e belle che abbia mai letto e sentito riguardo degli omosessuali la realtà dei fatti è spesso molto diversa. Noi cristiani non di rado, nei fatti, discriminiamo, offendiamo, emarginiamo gli omosessuali, tradendo così l’Amore di Cristo e impedendo loro di vedere questo Amore. Quindi se è vero che dobbiamo essere sempre vigili, perché alle volte il LUPO si traveste da AGNELLO e UNA mela marcia in un CESTO può guastare tutte le altre, è altrettanto vero che noi abbiamo l’imperativo categorico dell’Amore di Cristo e la consapevolezza che se Lui è al nostro fianco non avremo mai a temere alcun male.
    ... ma Lui è sempre al nostro fianco,(?????) dobbiamo essere noi a voler camminare ( e COMPRENDERE CON MOLTA ATTENZIONE) nella direzione che Lui ci indica.

    Ma amore vero non è condivisione. E' l'immedesimarsi nell'altro, sopratutto nel sofferente,...e lo so che costa molto caro! :))

    Ti seguo sempre con ammirazione!
    Buona notte Lucia!
    Ps i miei punti di domanda sono le MIE perplessità!
    sara107.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Ho sempre creduto in te Lucia, da tempo... che tu sia davvero nella direzione giusta! E non solo per il tuo ,credo, innato carisma, i post, ma anche commenti da interpretare e comprendere nella luce di lealtà e verità...che spesso richiede tempo nelle risposte!
    sara107.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo a tutti e due i commenti: i Sacerdoti che sanno parlare d'amore quasi sempre sono degli ottimi confessori. Questo don Luigi Verdi ha una comunità creata da lui, così ho visto su Internet...ecco l'esperienza! E poi Gesù quante cose ha detto e fatto per amore e nell'amore! Sara, Sara...Io sono imperfetta come tutte le persone di questo mondo!A volte impiego tanto tempo nelle risposte? E' vero, ma io sto poco al computer perchè non ho molto tempo da dedicargli e poi ho Elena che quando viene da me, lo usa lei e io non sono capace di dirle di lasciarlo a me....
      Ciao Sara. Serena Domenica nel Signore!

      Elimina
    2. No, non sei tu che impieghi tanto tempo nelle risposte! sono le persone che devo pensare prima di rispondere...o meglio "elaborare" le risposte a pro! :)
      Ultimamente si nota che... tanto si vuole senza dare! E tutto ritorna come ho sempre pensato!
      Buona domenica!
      sara107.blogspot.com
      Ps ieri sera ero al Santuario: è stato bello. :)

      Elimina
  3. Una summa teologica.
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina
  4. Ciao Gus. Arrivederci e ancora Buona domenica!

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...