venerdì 3 novembre 2017

Ricorrenza del 4 novembre



Risultati immagini per omaggio del presidente azeglio Ciampi al Milite ignoto - immagini


Tra le celebrazioni del 4 novembre c’è l’omaggio del Presidente della Repubblica al Milite Ignoto a Roma

Il 4 novembre l’Italia celebra il Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate: si tratta di una festività per ricordare il 4 novembre 1918, anniversario della vittoria e del termine della prima guerra mondiale per l’Italia. Quel giorno, infatti, il Bollettino della Vittoria diede l’annuncio che l’Impero Austro-ungarico si arrendeva all’Italia, in base all’armistizio firmato a Villa Giusti, nei pressi di Padova. Con il successivo trattato di Saint-Germain-en-Laye (1919), l’Italia completa l’unità nazionale con l’annessione di Trento e Trieste.

Se è giusto ricordare le vittime delle guerre è altrettanto giusto ripudiare la guerra stessa, come sottolinea la nostra Costituzione. Purtroppo capita che a volte tale giornata sia più una celebrazione delle armi che non un ricordo. A tal proposito condividiamo pienamente l’esortazione di Peacelink:

Il 4 novembre, in silenzio e dignità, le istituzioni democratiche, le associazioni e i movimenti umanitari, le persone di volontà buona, vadano a meditare in silenzio e a deporre un fiore dinanzi alle lapidi che ricordano coloro che furono assassinati, ne rimemorino i nomi e l’umanità, le vite assurdamente orribilmente estinte, e ci si impegni tutti a contrastare le guerre presenti e future. E sia infine cancellata la vergogna della macabra festa degli apparati di morte; si affermi il diritto alla vita per l’umanità intera. “Ogni vittima ha il volto di Abele” (Heinrich Boell).
Risultati immagini per omaggio del presidente azeglio Ciampi al Milite ignoto - immagini
In occasione della celebrazione del 4 novembre, Carlo Azeglio Ciampi disse:

"Il 4 novembre, l’Italia ricorda. Ricorda. Ricorda i suoi giovani coraggiosi che combatterono per unire questa antica nazione, la nostra Italia, per conquistare una realtà nella quale riconoscersi e vivere in libertà; ricorda i caduti per il tricolore.
È un vessillo di libertà la nostra bandiera, della libertà conquistata da un popolo che si riconosce unito, che trova la sua identità nei valori della propria storia e della propria civiltà .

Il tricolore non è una semplice insegna di Stato.


Immagine correlata 
È un vessillo di libertà, di una libertà conquistata da un popolo che si riconosce unito, che trova la sua identità nei principi di fratellanza, di uguaglianza, di giustizia nei valori della propria storia e civiltà. Per questo, adoperiamoci perché in ogni famiglia, in ogni casa ci sia un tricolore, per testimoniare i sentimenti che ci uniscono, fin dai giorni del Risorgimento."

Risultati immagini per omaggio del presidente azeglio Ciampi al Milite ignoto - immagini