Il flauto rustico

6 comments

Risultati immagini per Immagini: flauto rustico fluto di canne di bambù suonato a scuola
IL FLAUTO RUSTICO



È Dio che io invocavo 

con il canto del mio flauto rustico. 

Egli è venuto attraverso il dolce cammino dei campi. 

Egli è venuto con il grano maturo. (Francis James)


Il flauto campagnolo e «rustico» dello scrittore intona una lode a Dio che s'avanza - simile a un semplice contadino - lungo «il dolce cammino dei campi». 

Attorno si allargano le distese biondeggianti delle messi, che Jammes trasfigura nel messaggio di fede che Dio porta con sé e che il poeta aveva appunto ritrovato nel suo ritorno alla fede cattolica. 


Abbiamo perduto la capacità di stupirci davanti alla bellezza e alla vitalità del creato; complicati e difficili come siamo diventati, non ne gustiamo più la semplicità pura e serena. 
Per questo, vorrei lasciare ancora la parola a Jammes - il cui motto era «Essere semplici per esseri veri» - e a qualche 
verso della sua Preghiera per andare in paradiso con gli asini: 


«Quando sarà l'ora di venire da te, mio Dio, 

prenderò il mio bastone e incamminato sulla grande strada, 

agli asini, amici miei, dirò: 

Io sono Francis Jammes e vado in paradiso- 

Venite, dolci amici del cielo turchino, 

poveri cari animali- 

Fa', mio Dio, che nel paese delle anime io assomigli a questi asini 

che allora specchieranno la loro povertà umile e dolce 

nella limpidezza dell'eterno amore».



Risultati immagini per Immagini belle di asini con un conducente mentre camminano.


Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

6 commenti:

  1. Cara Lucia, questa poesia dedicata agli animali mi piace veramente, hai scelto gli asini, loro rappresentano il sacrificio, sono dedicata alla fatica senza mai fermarsi!!!
    Ciao e buon fine settimana con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona santa domenica caro Tomaso. E ora buonanotte Ciao.

      Elimina
  2. Tanta simpatia per gli animali ma non credo che abbiano un'anima e siano destinati al Regno dei cieli.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Sulla questione dell'anima Il Santo Padre dice: (leggere)
    http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tm...20e%20dintorni

    Detto questo, per Aristotele l'anima (razionale) è l'atto primo di un corpo che ha la vita in potenza, è la sostanza che realizza le funzioni vitali del corpo, ovverosia la forma (la carne è la materia).
    Tre sono le funzioni dell'anima:
    la funzione vegetativa per la quale gli esseri vegetali, animali e umani si nutrono e si riproducono;
    la funzione sensitiva per la quale gli esseri animali e umani hanno sensazioni e immagini;
    la funzione intellettiva, per la quale gli esseri umani comprendono.
    L’uomo necessita pure della perfezione inferiore che condivide con gli animali inferiori, ossia la vita dei sensi.
    Dunque, gli animali (cani, gatti, tapiri, mandrilli, bacherozzi) hanno (probabilmente) un'anima sensitiva che consente loro di avere sensazioni, ossia l'istinto.
    Ma è noto che pure l'essere umano è dotato di istinto ed è un animale (secondo S. Tommaso che riprende Aristotele è "animal rationale"), pertanto l'uomo possiede anche l'anima razionale ma condivide con gli animali di cui sopra l'anima sensitiva.
    E questo è quanto rende gli animali a noi particolarmente cari.

    Definizione copiata dal sito "Cattolici Romani"

    RispondiElimina
  4. Mon togliete gli animali a lei. Altrimenti che farà oltre che essere al pc quasi tutto il giorno e la notte.

    RispondiElimina
  5. Wella Silvana com'è che ci vediamo così presto?. Preciso non sono al pc tutto il giorno, ma spesso, molto spesso tra una camomilla e un grissino,scrivo per allontanare i pensieri che la mia mente mi disegna. E tu già in attività?
    Oggi anche i miei due birbanti hanno guardato alcuni giochi o altro...non so! Poi il pc non funziona...chissà come mai!!?
    Hai guardato gli orari dei treni?
    Oggi c'era lo zoo: i miei due gatti, il cane di mia figlia e il cane di mio figlio. L'unico che non faceva chiasso era Filippo il pesciolino rosso. Tu non ne hai?
    Senti birbante dai commenti pungenti, come stai?
    Io vado a dormire un po', prima prego per la serenità (mia e della mia famiglia) di chi si affida alle mie preghiere e anche di chi non conosco.
    Poi, se mi sveglio, e mi sveglierò, lo so, questa notte debbo cuocere una torta (una crostata con la marmellata di albicocche commissionatami da un caro, ma tanto caro amico. Domani passa a trovarmi. Ah, non vengo sul tuo blog...non conosco l'indirizzo, ma non giro molto come dici tu. Allora, buona notte e forse arriscriverci......

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...