Un incontro nel venerdì Santo

2 comments




“Vorrei ancora un po' di tempo.."

Paola, l'ho incontrata il venerdì Santo mentre, nella chiesa vuota, adoravo la Croce di Cristo esposta.

Una voce alle spalle mi interroga: "Buongiorno signora mi sa dire a che ora domani inizierà la celebrazione?Sarà lunga la funzione? Io mi stanco facilmente, sa, sto facendo un ciclo di chemio".

Inizia così un dialogo tra noi. Lei mi conosce. Mi ha spesso sentita leggere le letture e pensa che io possa comprenderla.
Guardo questa donna giovane, consapevole di non avere più molto tempo davanti a sé.
"Si è riformato il tumore di cui ero già stata operata".

Io che ho già percorso un lungo cammino e che non conosco quando arriverò al traguardo,la guardo con tenerezza, e vorrei dirle tante cose ma le parole oziano nella mia bocca e trasformano il mio sguardo: resta il silenzio! 

Come vorrei, per lei per tutti quelli che i giorni, le ore, sono determinanti per un sogno che vorrebbero vivere con intensità, memori che il tempo scorre veloce come le acque di un torrente, quando vorremmo che si fermasse per aiutarci a riprendere fiato.

Noi che guardiamo verso orizzonti lontani, che progettiamo sogni per anni futuri, noi che non osserviamo le lancette dell'orologio mentre l'alba s'allontana e il tramonto attende di sparire così che  un altro giorno possa dormire, noi che accarezziamo le stagioni mentre aspettiamo, senza premura, il tempo dell'abbraccio con Dio, noi non abbiamo la percezione di cosa sia un anno per chi sta morendo...noi... non ringraziamo Cristo perchè la vita canta ancora  nel nostro cuore.


Completo il post:


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare.
Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati.

«Fate attenzione, vegliate perché non sapete quando è il momento.»” Cosa vuole dire Gesù? il compiere opere buone, l'agire bene (secondo la volontà di Dio) comporta una responsabilità assolutamente personale, insostituibile. Nessun può fare al posto nostro quello che è richiesto a noi e, purtroppo, se ci si accorge troppo tardi di ciò, può anche accadere che non ce ne sia più il tempo e si resti tagliati fuori dal Regno, cioè da quella totale e gioiosa comunione con Dio nel fatidico momento dell'incontro ultimo con il Signore, al termine della propria vita terrena.

"Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!».


Esco nel cielo che si prepara a ricevere la sera, eppure così brillante come solo nelle giornate di vento può accadere, la natura si prepara a ricevere la primavera, e noi una nuova rinascita con Cristo che Risorge. 
Respiro l'aria frizzante. 
Sotto una siepe vedo un uccellino che raccoglie erbe secche: ne ha il becco pieno, pronte per un nuovo nido…

Vita. Tutto è vita, come tutto è gioia anche il dolore.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

2 commenti:

  1. Con tutto il cuore, ti auguro una buona e serena serata cara Lucia.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao Tomaso come stai? Carissimo ti aspetto sempre!

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...