Un po' di storia: Tram, autobus e...metropolitana

2 comments



Quali e quanti mezzi di trasporto conosciamo?, Ma quali sono chiamati pubblici?

Oggi vorrei parlare del Tram. Un mezzo di trasporto che ho conosciuto, vivendo a Milano, e usato moltissimo.

Il tram è nato come derivazione delle carrozze portapasseggeri chiamate Omnibus. Poteva portare fino a 16 persone ed era trainato da cavalli. Fig. n° 1



Omnibus





Una vettura tranviaria a cavalli del 1876




Per saperne di più ho interpellato Wiki, ma ho deciso che mi interessava solo la storia dei tram milanesi....embè!

Le persone cominciarono ad abituarsi a questo nuovo mezzo di trasporto che acquistò ancora più popolarità quando divenne una vera vettura tranviaria elettrica.

La prima fu costruita a Firenze nel 1890 ed era lunga circa 8 Km.

Poi fu la volta di Genova, con un percorso più breve, 800 metri. Nello stesso anno, il 1893, a Milano con il tratto che univa piazza Duomo alla stazione Nord, di circa 2 Km.



Prima vettura elettrica








Primo autobus Alfa Romeo 1939








Autobus discretamente recente. 1970.











Tram ultimo modello 








Milano Metropolitana linea verde




La giornata, sul tram, trascorre su "binari ben precisi", Non ci annoia. Chi usa abitualmente questo mezzo conosce il percorso che deve affrontare e sa anche a che fermata scendere. Nell'attesa si chiacchiera con il primo viso che ispira simpatia, o si legge il giornale (gli uomini) o un libro già iniziato.

Dove è seduto il "manovratore" c'è un cartello a grosse lettere "Non disturbare il guidatore", E' una frase da tutti conosciuta, ma che quasi nessuno rispetta. "Per la tal via debbo scendere qui?" "Quanto manca per la tal piazza?" E c'è chi si sente più ardito che si azzarda a chiedere della salute, della famiglia....del "manovratore".

Quante facce, quante persone in una giornata! Uomini, donne, vecchi insomma un'umanità di passaggio, che ha fretta di andare al lavoro o, se è sera, a casa.




A superare in velocità tram e autobus è arrivata la Metropolitana! Per i milanesi un miracolo!

In due minuti sei alla Stazione Centrale, altri due e eccoci in piazza Duomo. Ora i libri si lasciano a casa! Se non sto attenta alla mia fermata rimango sù...e poi..si torna indietro.

E adesso, come dice il tranviere: è tardi: scendere! Buona giornata.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

2 commenti:

  1. Mi sono sempre piaciuti i tram. Purtroppo nella mia città sono stati sostituiti da filobus e poi autobus che inquinano, ma se ne sono accorti dopo naturalmente. Rimane solo il
    nostro caratteristico tram a cremagliera che raggiunge Opicina. E' stato salvato dalle firme dei cittadini altrimenti pure lui sarebbe sparito. Bacioni é buona domenica cara Lucia :)

    RispondiElimina
  2. Il tram sulle rotaie trascinato nei cavalli. Ma questa donna è natta nel 1840?
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o