A fine giornata

8 comments


Che differenza finire il giorno pieni di gratitudine per quello che si è o arrabbiati per quello che non si è riusciti a fare!
Per terminare la giornata col cuore grato, bisogna imparare ad offrire la giornata al Signore appena mi alzo, mi accingo a riordinare iniziando così il mio ruolo di "casalinga"
Per questo è importante accettare la realtà così com'è, senza inventarla, non immaginare le cose, senza "costringerle" dentro la nostra misura.
E perchè questo atteggiamento sia naturale e non forzato, bisogna attraversare il "reale". Essere fedeli al Mistero, perchè è il Signore che determina la mia vita.

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

8 commenti:

  1. Grazie, Lucia, per la tua bella riflessione, in perfetta sintonia con la preghiera.
    In più ci hai dato modo di poter rintracciare su Internet il testo integrale e preciso di quella dolcissima, umanissima invocazione che ci ha sempre colpito e piaciuto (cliccando l' onniscente Google "nell'affanno e nella tristezza") e che viene trasmessa ogni sera, dopo le 22,30, su una famosa emittente radiofonica mariana.

    Un cordiale saluto.

    Rosella e Carlo.

    RispondiElimina
  2. lucianadal05/02/11, 18:44

    Bellissima questa preghiera "della sera" . Ne conoscete una altrettanto bella per iniziare la giornata? Io il mattino dico l'ufficio delle letture e le lodi, ma cerco una preghiera che vada diritta al cuore di Maria, Madre Immacolata.Grazie della visita.

    RispondiElimina
  3. paracchini05/02/11, 22:54

    Ma com'è che mi accorgo solo a fine giornata che hai fatto un post sulla fine giornata mentre lo avevi già fatto dalla mattina ma alla mattina non lo avevo visto?

    Leggevo oggi nella regola dei benedettini:
    Se il discepolo obbedisce malvolentieri, se si mette a mormorare, non dico con la bocca ma anche soltanto nel suo cuore, ancorché eseguisca il comando, la sua obbedienza non sarà gradita a Dio, il quale vede il cuore di lui che mormora; e quindi per tale azione non ottiene alcun merito, anzi incorre nel castigo dei mormoratori se non si corregge facendone penitenza.


    Quindi perché essere arrabbiati anche solo durante il giorno?

    RispondiElimina
  4. lucianadal06/02/11, 14:25

    per Riccardo: Il tempo che passa, mi ha  aiutato a maturare, ad essere meno impulsiva .Ora quando Paolo, è lui la mia vittima preferita, fa qualcosa che potrebbe irritarmi, con gli occhi guardo il cielo e tutto finisce lì.Le arrabbiature, per fortuna poche, le vivo per gli sgarbi di persone che nella mia vita, non incidono molto. Conto comunque molto sul perdono del Signore.Ciao e grazie per il pensiero benedettino!
    Dani: Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Pasquale, l'amico dei passaggi veloci per curiosare sul mio pc (ma in realtà, ormai è noto, per scroccare un caffè casalingo) ha appena trascritto il testo completo della bella preghiera che non riusciva a trovare, pur sentendola alla radio.
    E manda un saluto a chi legge.

    Carlo.

    RispondiElimina
  6. lucianadal07/02/11, 11:32

    Per Pasquale: Questa bella preghiera, che dicono a Radio Maria, la sera dopo compieta inizia così: Oh Vergine, tutto sulla terra tace, è l'ora del riposo, non abbandonarmi: Metti la Tua mano sui miei occhi,come una buona Madre, chiudili dolcemente. ...

    RispondiElimina
  7. Cliccando "nell'affanno e nella tristezza" di Google appare il testo completo, come segnalato al commento #1.
    ---
    Ciao!

    Roscar.

    RispondiElimina
  8. lucianadal07/02/11, 19:54

    Grazie Carlo. Io la so a memoria e a volte inciampo nelle parole.Buona serata con gli amici!

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...