Poesie mie



Pensieri, citazioni e frasi sul sogno




A Elena

Te stò a guardà
anima mia
còre de' nonna.
Te stò a guardà
co' gl'occhi stanchi
stò a guardà queli tuoi grandi
scuri
e me dico
n'do stà sto fiore mio
che s'è fatta secca secca
s'annamorata 
nun magna più
Ahhh ecco che aride
pè' le cazzate mie
smack (nonna tua che scrive in romanesco e non lo sa)






"Mi innamoro in continuazione.

Delle persone, 


dei libri,
dell'arcobaleno e i suoi colori,
della pioggia,
dei fiori,
delle parole che completano le frasi, 
dei paesaggi,  
degli occhi innamorati dei miei figli e di
quelli birboni dei miei nipoti,
di Dio e di
mia Madre.

Invecchierò rimanendo bambina."(Lucia)




Suonate campane, suonate!!! ....
le note che vibrano nell'aria!
Suonate per la gioia,
suonate per il lutto,
suonate per me
per solidarietà col mio canto.

Era un ruscello dall'acqua cristallina
Era la primavera del cuore
Era la luce che filtra tra i rami
Era la musica che nasce dall'arcobaleno.
Era ed E'.
Non l'ho  perduta, 
ma ritrovata mille volte.
E ci sarà una nuova Pasqua
Lei è già lì io arriverò.

Suonate campane: domani faremo festa
per lei.


Ai miei figli (A.V.E.)

In un sogno d'infanzia
ho trovato un sogno d'amore.
Un dono che profumerà la nostra vita
Il Signore ha pensato 
a tre sorrisi di bimbi e noi lo ringraziamo
regalandovi 
alla chiesa,
che vi ha donato il Battesimo.
nei nomi di
Ada, Valeria e Enrico.
Siete all'alba della vita.
e il Battesimo
è il Sacramento del primo giorno (Lucia)



ADA

Non ha scordato
 il sole
la sua luce e il suo calore-. 
 ma in una frazione di secondo
si è fermato 
nell'azzurro del cielo.
E ha regalato
la sua luce e tutto l'azzurro 
ai tuoi occhi
perchè chi ami potesse
goderne!
(Mamma)


Migrante


E' notte.

Silenzioso e furtivo
scivolo in vicoli bui. 
Aspetterò l'alba
che mi porterà lontano.
Paura e speranza sono il mio canto.


Terra lontana: troverò quella vita che cerco?



Le ore scorrono lente quasi clessidra.

Ascolto lo sciacquio delle onde.
tutto è calmo.


Il barcone è arrivato.

Trattengo il respiro.
Ecco altri occhi scuri simili ai miei
e come in me tristezza e angoscia  si fanno sete.


 Buio. Prego.

Spero in una vita nuova e vera.
Cerco da tempo un amore sognato e promesso.


Rivedrò i cari volti di chi ho lasciato?



(Lucia)



Silenziosa è scesa la notte

portando con sè
il profumo dei ricordi.
Le lacrime non fanno rumore.
(Lucia)


 Valeria:

Anche nelle piccole cose
vediamo la bellezza
e una vita
seppur breve
può essere perfetta.
(Lucia)

Ai miei figli


Camminando oggi ho visto
raggi di sole sorridere all'acqua.
Camminando oggi ho visto
i vostri occhi sorridere al cielo.
Signore, oggi ho sentito
i loro cuori dirTi grazie!
Sono piccoli cuori
in corpi che stanno crescendo
sono fiori nel prato della vita.
Aiutali a sbocciare e fa
che il loro profumo
sia Amore per Te
e per chi incontreranno.
(Lucia)


Valeria:

Ho camminato lungo viali
che cambiavano colore.
Ti ho cercata
tra ragazze che cambiavano stagione,
per ritrovare il tuo sorriso
l'allegria della tua voce...
poi, Valeria,un giorno
t'ho incontrata
negli occhi di tuo padre.
(mamma)



 Realtà


Ho visto un filo d'erba
intralciare il quieto saltellare
di un passerotto
che cercava la felicità
nelle briciole del cortile.
Ho sentito il pianto di una bimba
perchè gli uomini non erano buoni
come le avevano raccontato.
Ho visto un fiore nascere
tra le mura diroccate di una casa.
C'era una vela bianca sul mare e
nuvole di panna nel cielo
dove TU hai creato una dimora.
Signore, com'è bella la vita
se  ogni giorno 
il mio sguardo accarezza 
il tutto che rinnova i colori!.
(Lucia)



Sera d'estate


Tramontava il sole quella sera.
Caldo era stato il giorno
calda la mia pelle ai biondi raggi.
Ombre rossastre le rare nubi padrone del cielo.
Voli di rondini. Richiami d'amore.
Il mio sguardo scopriva tutto questo 
ma il mio cuore restava muto.
Fermo da secoli, nella Sua croce nera,
un Cristo mutilato scoprì il mio cuore.
Tra le lacrime una muta preghiera. 
Una piccola invisibile mano
strinse la mia.
Mio piccolo amore, non te ne andare,
rimani ancora a riscaldarmi il cuore!
(Lucia)



Notte d'attesa per Luca
Nella casa
respiri di vita e
nel silenzio danzano parole
e riempiono la stanza
dove s'incrociano pensieri.
Ecco, sorgere l’alba.
Mille tenui colori
che il nuovo giorno mi regala
dipingono l’infinito cielo.
L’orologio m’ insegna che il tempo
in cui un piccolo Luca,
si sta affacciando
alla vita,
al mondo,
è ormai giunto.
Tremo d’ansia.
sto per incontrare una vita
che si aprirà al cielo
(Lucia)


Valeria:
Sei nelle stelle che illuminano la notte.

Sei nella luce di un nuovo mattino.
Sei nel sole che matura il grano
Sei nella pioggia che scende leggera.
Sei nel vento che arruffa i nostri pensieri.
Sei nei fiori del nostro giardino.
Sei nei ricordi gioiosi del cuore.
Sei nell'attesa di un nuovo incontro.
Sei la nostra preghiera.
Sei tutto, tutto, tutto.
Sei. 
Valeria.
(mamma)


A Chicco

Non c'è tristezza,

nelle pieghe dei miei abiti
ma non c'è gioia
solo un sussurro
come di carta leggera, 
colorata.
E incontro la tua mano.
L'accarezzo, la stringo
e intanto cerco
i tuoi occhi.
Tristi.
Non ci sono suoni
solo parole non dette.
Ti alzi.
E la tua guancia
incontra la mia.
La sento premere
come se  
potessero fondersi.
Grazie vorrei dirti
mentre mi baci e
te ne vai;
ma le parole oziano
nella mia bocca e ti 
arrivano in un sorriso.
(Mamma)


Al mio Papà 

Papà fermati: ho sete
della tua mano nella mia
per camminare incontro alla vita.
Ho sete: delle favole raccontate
alla tua piccola seduta su di un gradino.
Ho sete: della tua mano
nei miei riccioli biondi.
Papà: ricordi le canzoni cantate
alla luna?
La verità della morte è la vita.
Ma la vita che cos'è papà?
"E' Bellezza.
E' amore ricevuto che dovrai ridonare".
Ciao papà



Al mio Papà
Un pezzetto di cielo

erano gli occhi del mio papà.

Ma di un cielo chiaro senza nuvole

e quando la notte stette a guardare

li chiuse.

Salìrono in un cielo di stelle 

perchè io potessi incontrali

in ogni goccia di pioggia,

nelle ali di una farfalla
in ogni fiore che sboccia
nelle poesie scritte da un poeta.
Papà regalami l'azzurro
di giorni sereni,
accarezzami in ogni bacio
che mi viene donato
e non lasciarmi mai sola.
Auguri papà. 

La tua Cicètta.(con la e aperta del dialetto milanese!)
(Lucia)


Alla mia mamma
Un lago, gli occhi della mia mamma.
Un foglio di carta, 
una barca,
io, 
che non so galleggiare.
Vento
donami una leggera brezza
 per entrare
nel porto sicuro delle sue braccia
e lasciarmi cullare.




Notte di sabato

Luna, ti guardo

nel cielo scuro che precede l'alba.

Bella, grande: gravida di luce.

e di primavera.

In questo plenilunio

sarai portatrice di vita nuova:

Pesach: Cristo Risorge!


(Lucia)














Estate



sei arrivata per donarmi

i colori radiosi dell'alba

che da tempo non vedo..

E sogno..
e chiedo:

" non svegliatemi....

non svegliatemi..."

sto camminando a piedi nudi 

sull'erba bagnata 
dal pianto della notte. 
Perle su steli d'erba.
lacrime di una mamma
che dorme rannicchiata
per ritrovare la gioia

del suo grembo abitato. (Lucia)





Pensieri notturni

Una brezza leggera accarezza 

i sogni della notte e li

regala alle stelle.

Ti guardo,

ti chiamo,

mia piccola stella,

vieni nella mia mano

e dona luce

alle ombre della notte

sussurrandomi parole

per le pagine bianche

del mio silenzio. (Lucia)


Vento

Vento,
che gonfi le vele
spazza questo cielo
di nuvole nere
e rendimi l'azzurro in cui
mi perdo.
Vento,
respiro del giorno
sei tu che rubi il sorriso,
che sferzi le guance dei bimbi,
e sollevi le gonne alle fanciulle
dal piede leggero?
Vento,
che nell'ora del Vespro
regali a noi il suono
di mille campane
e ci inviti
alla preghiera,
riposati,
lascia che oggi, sia solo
il sole a brillare.
Lucia)





SUSA (ricordi ascoltati) 


Quando il sole

molto presto o molto tardi
ripara tra i monti vicini
nei vicoli si accendono le luci
e tra le case
passa il silenzio
colorando Susa
di ombre blu.

Canta la Dora

frammenti di nostalgia
Canta il nostro desiderio
di quieta memoria.
Canta la luce
dei raggi di sole
sull'acqua che scorre veloce.

Lo scrigno segreto del cuore

regala il suono di voci amate
che sussurrano i nostri nomi.

Il mondo della nostra infanzia

è una fiamma, un fuoco,
avviciniamo la mano,
ci riscaldiamo un po'
e finisce il canto delle parole.
rimane la sete del cuore.
(Lucia)


novembre

Brindo a te. novembre
che te ne vai!
Oggi ci lasci:
le mille bollicine
del mio bicchiere
si espandano nell'aria
che profuma di cannella, 
d'arancia e di chiodi di garofano: 
Profumi d'inverno.|
Ci hai regalato giornate fredde
lutti e paure.
Le mie parole sono
musica malinconica
per i frammenti di memoria
che ancora vivono
negli occhi. (Lucia)


   TU
Arriverai
con l'arcobaleno di primavera:
le braccia aperte
per chi Ti aspetta
da sempre.
Ti troverò
tra spighe di grano
da Te,
ascolterò
nuove parole d'amore. (Lucia)


 Mio albero

In una sola unica notte
riavrai la tua chioma
amico albero,


e ritroverai lo splendore 

di fiori già conosciuti.

Riavrai la calda luce
che filtra tra i pini con una
soavità di miele


per riscaldare
le tue artritiche braccia.
Berrai petali di rugiada
ascolterai cantare e risate


come acqua.

Il prato stenderà il suo

mantello verde.
E in una sola,azzurra,notte.
ti sentirai rinascere. (Lucia)


Valeria
Sei nelle stelle che illuminano la notte.
Sei nella luce di un nuovo mattino.
Sei nel sole che matura il grano.
Sei nella pioggia che scende leggera.
Sei nel vento che ci arruffa i pensieri
Sei nei fiori del nostro giardino.
Sei nei ricordi gioiosi del cuore.
Sei nell'attesa di un nuovo incontro
Sei la nostra preghiera.
Sei tutto, tutto, tutto.
Sei
Valeria. (mamma)


A Marcella
ho conosciuto un fiore
ho respirato il suo profumo.
Oggi, proprio oggi,
nel giorno della Tua nascita
Signore
l'hai raccolto e portato tra i Tuoi Angeli
perchè cantasse le Tue lodi.
Ciao Marci,
ora è il tempo del dolore
è il tempo delle carezze per
mamma, papà e per Fabio.
(Lucia)


A te mio amore


Suonate campane, suonate!!! ....
le note che vibrano nell'aria!
Suonate per la gioia,
suonate per il lutto,
suonate per me
per solidarietà col mio canto.

Era un ruscello dall'acqua cristallina
Era la primavera del cuore
Era la luce che filtra tra i rami
Era la musica che nasce dall'arcobaleno.
Era ed E'.
Non l'ho  perduta, 
ma ritrovata mille volte.
E ci sarà una nuova Pasqua
Lei è già lì. 
Io arriverò.

Suonate campane: domani faremo festa

per lei.



Tempo
Trascorre veloce
il tempo
reclinando in inchini
d'amore
i rosei calici
profumati da giorni

vissuti. (Lucia)



Colore

Hai illuminato il mio viso
luna lucente!
L'intenso colore
della notte calda 
oltre ogni ricordo,
è nulla, nulla,
dell'ardente Tuo sguardo.
(Lucia)