martedì 25 luglio 2017

festa di Giacomo


A che debbo?






Domani festeggerai il nome che porti: Giacomo.

Era serio l'apostolo che amava Gesù? Era serio come te?

Tutte le parole che dici hanno un peso, una forma e un suono: quello della voce che ti fa riconoscere tra mille altri suoni.

Ho voluto ricordarti qui in questa fotografia: nel giorno fatato della tua Prima Comunione.

 E allora vorrei fermare, almeno per un po’, lo scorrere dei giorni per tenerti  con me.

La nonna con cui non giochi più, una nonna fragile negli affetti, che si turba nel guardarti perchè sei già grande e mi emoziona l'entusiasmo con cui  fai ogni cosa .

Vorrei donarti il meglio di quello che ho ma il meglio tu lo hai già:
le braccia che ti stringono del Babbo, 
le carezze della Mamma 
e le risate di Francesco.

Un mondo di affetti a cui guardo felice e orgogliosa,
perchè è amore che si rinnova ad ogni respiro
ed è tanto grande che il cuore batte e la voce tace


Auguri Jack a presto.