Una domanda risolta.

3 comments
Risultati immagini per Immagini: una giostra



"E' felice?

Seduta sul muretto che delimita il piazzale della Parrocchia, aspettavo che i miei figli, ancora piccoli, scendessero dalla giostra che ogni anno, per la Festa Parrocchiale, arrivava.

Non conoscevo bene quella persona, sapevo però che poteva pormi quella domanda.
Lo guardai perplessa: cosa rispondere?
Non avevo pensieri.
Vuoto assoluto. "Sono felice"?

"Sì"
"bene, sono contento.  Sono i suoi bambini quelli che arrivano?"
"Sì"
"Tutti?"
"Sì" E gli regalai i loro nomi."

Li presi per mano, salutai e ci dirigemmo alla macchina.

Tornai a casa e mentre i "magnifici tre" facevano il bagno, preparai la cena.

Mio marito era in viaggio: Francia?, Olanda?, Belgio? e su, su, Scandinavia? o Norvegia.?... non ricordo. 
Era in viaggio, come tutte le settimane, sarebbe tornato il venerdì sera.

Un po' di chiasso. Qualcuno diceva qualcosa a quell'altra...
Tutto normale. Un giorno, una sera,una cena qualunque.

Solo una domanda nell'aria che continuava, quasi fosse la giostra dei bimbi, a ronzare nei pensieri.


Risultati immagini per immagini pittori: donna che pensa



Ora i bimbi dormivano sereni. 
Seduta su uno dei lettini lasciavo scorrere le ore, attenta ai loro respiri, mentre la notte girava sulla testa. 
Inutile leggere. Scorrevo con gli occhi il bianco e il nero, inutile. 
Chiusi il libro.
Mi sdraiai vicino a mio figlio più piccolo e la giostra si fermò.

Ancora adesso nelle notti sdraiate sul letto, sento il peso di quei pensieri nel respiro.

Ero felice?. Avevo una bella casa, tre bimbi, un marito. Una discreta agiatezza......cosa mi mancava?

La mia famiglia che avevo lasciato a Milano?, quella di Novara... che...non si era ancora formata completamente?...era perchè..non avevo amici o amiche con cui parlare?...malgrado le promesse? 
Ma che importa? Sto bene, proprio bene, così.
E allora perchè questo tarlo che rosica il mio cuore?

Avrei avuto bisogno di un abbraccio che mi rassicurasse... tranquilla...hai anche la macchinina!!! Ma cosa vuoi di più?

No, no per carità...è vero non mi manca nulla per essere felice!

A parte quella "carta bollata" che dovevo riempire ogni volta che desideravo essere abbracciata.,..ripetevo a me stessa , dormi Lucia, perchè sei felice e hai una bella famiglia!

Dopo qualche giorno la suora che una delle mie bimbe amava, mi disse:
"Guardi signora che io ho un uccellino che mi racconta tutto!"
Io risi divertita conoscendo la linguetta di quell'uccellino.....

"Mi racconta che va a Messa con i suoi fratelli e con il suo babbo, perchè la mamma resta a casa...!"
Legga questo. E cerchi le risposte alle domande, le troverà nella Bibbia, l'avete?

"Sì, sì, grazie."

Nel foglio ho letto: "Riflettete : pensando a quello che il Signore ha voluto far accadere nella vostra vita e vi ponete questa domanda: «Se la felicità non esiste, cos'è dunque la vita?». Perché l'alternativa è proprio il niente, è il nulla. "
Nel nulla
Possono dare qualche soddisfazione provvisoria la donna (o l'uomo) o i soldi o il potere, secondo una gradazione che Cristo già accusava allora, quando ha detto che non si può se non scegliere tra Dio e Mammona."

Come dice san Gregorio Nazianzeno: «Se non fossi tuo, mio Cristo, mi sentirei creatura finita». 
Risultati immagini per immagini : il libro della Bibbia
E la mia felicità? l'avrei trovata lì?.

 Ho usato del tempo per capire, per maturare, per sentire come sento adesso le tante cose che il mio cuore, la mia vita, non aveva: soprattutto la felicità.

Come diceva Pavese: 
«Ti ride negli occhi/ la stranezza di un cielo che non è il tuo»”. 
Ti ride negli occhi: sei fatto del cielo, per il cielo, da un Altro;e questo ti ride, 
perché il cuore è sete di felicità e di bellezza."

Ogni nuova mattina, ringrazio il Cielo per questo giorno di vita nuovo, perché questa è la chiave di volta di qualsiasi ascesi, di qualsiasi strada spirituale, di qualsiasi scoperta umana, la gioia  di guardare Cristo, di amare Cristo, di ospitare Cristo.



Pellizza da Volpedo
Il cuore dell’uomo -l’io umano- è esigenza di felicità: la prima parola che il cristianesimo dice è questa. Se non si parte da questo, poi non si può capire più niente del resto. In quella prima liceo, in quel timbro di voce avevo percepito il brivido di qualche cosa che mancava, non al canto bellissimo della romanza di Donizetti, ma alla mia vita: c’era qualcosa che mancava e non avrebbe trovato appoggio, compiutezza, risposta, soddisfazione, da nessuna parte. Eppure il cuore esige una risposta, non vive che per essa.
La dignità dell’uomo è indicata dalla parola “felicità”. “Spirto gentil, ne’ sogni miei, brillasti un dì, ma ti perdei. Fuggi dal cor mentita speme, larve d’amor fuggite insieme.” C’è qualcosa di più intenso da sperimentare che il dire seriamente la parola “felicità”?(Luigi Giussani)
Un pomeriggio di sole, una passeggiata tranquilla, il viso di quella persona e è nato un piccolo puzzle che ho ricomposto: un pò della mia vita.



Non sapeva che cosa l'aspettasse, quale vento avrebbe spinto quelle vele fino a lei, 
su quale riva l'avrebbe portata,
né sapeva se sarebbe stata
una scialuppa o un vascello a tre ponti, 
carico di angosce o pieno di felicità fino ai bordi.

Gustave Flaubert


Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

3 commenti:

  1. Cara Lucia, passo per augurarti una buona notte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Stai sognando dolce donzella?

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...