venerdì 2 dicembre 2016

...parole in solitudine

Risultati immagini per silenzio e suoni immagini

E' iniziato dicembre. Sono alla fine del primo giorno di questo nuovo mese e il freddo già canta l'inverno.
E' il mese in cui è più piacevole stare in casa: preparare un dolce, invitare qualche amico e parlando di ricordi ci prepariamo alle prossime feste.
  
La preghiera di questi giorni sa di momenti della vita presente. 
Una preghiera che sento il cuore ripetere da tempo, "Non cercheresti Dio, se non sapessi di averlo già trovato".
Non ricordo chi l'ha detta, sento di poter aggiungere che non l'avrei trovato se Lui non avesse trovato me per primo!!.
Nel silenzio di queste stanze addormentate è bello imparare l'ascolto. L'ascolto delle orecchie, l'ascolto degli occhi, l'ascolto del cuore.
Raccolgo tutti i messaggi della vita che oggi ho ricevuto e tenuti in serbo per il mio momento di solitudine: il frusciare del vento tra le foglie (ne sono rimaste poche) qualche cinguettio che ancora anima l'aria. E' il mondo che parla  con me e che io amo riascoltare mentre mi avvolgo in altri suoni che mi sento di definire come il "canto del mondo"  Il bussare alla porta dei colori pacati, dei verdi, dei gialli o lo scalpiccio delle foglie cadute e la musica della nebbia che ha ovattato il giorno fino al momento dell'apparire dei raggi del sole.

Tutto questo è preghiera, perchè sono le voci della vita che continua a scorrere come sabbia tra le dita, forse non è la preghiera fatta di formule ripetute a memoria tanto che a volte mi addormento, ma è il ringraziamento a tutto ciò che il Signore ha creato.

Sono parole in libertà queste che Ti dono, sono l'invito del Cantico di andare vagando con Te, senza una meta perchè la meta è già raggiunta è la tua vigna fiorita che è una regione del Tuo Regno.


Risultati immagini per silenzio e suoni immagini