30 dicembre

5 comments
Risultati immagini per mare nostrum immagini gif

Con le parole di una splendida preghiera laica, di  Erri De Luca vorrei concludere questo 2016.
Mare nostro che non sei nei cieli
e abbracci i confini dell’isola e del mondo,
sia benedetto il tuo sale,
sia benedetto il tuo fondale.
Accogli le gremite imbarcazioni
senza una strada sopra le tue onde,
i pescatori usciti nella notte,
le loro reti tra le tue creature,
che tornano al mattino con la pesca
dei naufraghi salvati.

Mare nostro che non sei nei cieli,
all’alba sei colore del frumento,
al tramonto dell’uva di vendemmia,
ti abbiamo seminato di annegati
più di qualunque età delle tempeste.

Mare nostro che non sei nei cieli,
tu sei più giusto della terraferma,
pure quando sollevi onde a muraglia
poi le abbassi a tappeto.
Custodisci le vite, le visite cadute
come foglie sul viale,
fai da autunno per loro,
da carezza, da abbraccio e bacio in fronte
di madre e padre prima di partire.


Una manciata di ore, il botto di fine anno con la selvaggia chiassata della notte di San Silvestro e a una certa distanza da quel momento, proviamo invece ad interrogarci ancora una volta su questa realtà che aderisce alla nostra pelle: il tempo, al quale dedico un'espressione assai usata dai più "ammazzare il tempo"

In questa frase si riflette l'angosciosa attesa di chi vive annoiato, di chi non trova nessun sapore nel vivere.
C'è chi ha detto "come se si potesse ammazzare il tempo senza ferire l'eternità"!
L'idea è profondamente cristiana: nel tempo ambito dall'uomo in cui lo stesso è chiamato ad operare, a preparare il futuro che sta oltre la frontiera della morte.

Quindi sciupare, dissolvere le nostre ore è predeterminare il nostro destino ultimo. E' ciò che Cristo esprime sol simbolo del "tesoro"; "Non accumulate tesori sulla terra....accumulate invece per voi tesori in cielo (Matteo 6,19-20)

Il Virgilio dantesco con saggezza diceva "Perder tempo a chi più sa più spiace" (Purgatorio III, 78)


Grazie a te 2016 che te ne vai....Domani avrò un anno in più, domani cercherò il "bulbo della speranza" come diceva il poeta Mario Luzi "il bulbo della speranza...in attesa di fiorire alla prima primavera."



Risultati immagini per Bulbo della speranza in attesa di fiorire immagini

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

5 commenti:

  1. Cara Lucia, è veramente bella questa preghiera, per chiudere bene il 2016.
    Ora che Natale è passato aspettiamo il nuovo anno che verrà sperando che sia clemente con tutti noi e che ci porti tanta pace e serenità.
    Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso Brinderemo al nuovo anno questo non se lo sarebbe meritato....Abbraccione.

      Elimina
  2. Ben scritto.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  3. Grazie a domani. Ho l'influenza. Paolo è tanto generoso che ha pensato di donarmi un po' di germi......Bacio

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio per aver partecipato nel 2016 alla foto sfida. Spero tu voglia partecipare anche per il 2017.
    Tutte le foto di qst anno sono in 'slide' nel post odierno, ti invito ad ammirarle e a leggere il post perchè una tua foto potrebbe essere la fortunata di domani sera....
    buon 2017!

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o