E' ormai Novembre

7 comments

Risultati immagini per immagini di paesaggi autunnali

Mentre la parola "Ottobre" è dolce da bere e ricca del profumo di tante rose e brillante nel rosso della "vite americana" che si arrampica sulle facciate delle nostre case  Novembre si è già preannunciato con le prime nebbie e l'odore dolceamaro della pioggia.

1° novembre...ed è già sera. 
Abbiamo cantato il nome dei Santi che la Chiesa, ha dichiarato ufficialmente tali, mentre io voglio cantare il nome dei santi quotidiani, quelli che non hanno altari, davanti ai quali non si accendono ceri, ma che hanno lo stesso grado di virtù e che nessuno, se non i famigliari, li conosce.
Uomini "giusti", donne di dolce " virtù cristiana o no", e io voglio rendere loro giustizia.

Canto la donna di casa che si è spesa per la famiglia, o anche la donna che si è impegnata nelle professioni e ha dato alla famiglia quello che la sua coscienza e la sua socialità, che dal suo lavoro, le veniva.

Canto l'artigiano che con le sue mani, fabbrica gli strumenti della vita, mentalmente pregando per i fratelli che li adopereranno.

Canto anche il politico che si dedica onestamente per il bene del paese.

Canto chi offre la sua sapienza di medico per salvare vite umane a rischio della sua stessa vita.

Canto lo studente che s'impegna nella ricerca per sconfiggere le malattie più invalidanti.

Per tutti queste persone conosciute solo da me e  da Te, Signore, io Ti ringrazio perchè mi sono passate accanto, donandomi momenti di quella sana pace che fa felice il cuore. 
Loro camminano per le strade del mondo in punta di piedi, senza tanto clamore ma con l'eccezionalità di una misura d'amore che illumina il Cielo.

Domani allo stesso modo ricorderò il defunto ignoto, quello che sulla tomba non avrà fiori, quello che nessuno andrà a visitare, quello a cui nessuno dedica una messa a suffragio per la sua anima, ma che avrà le mie preghiere.
Questi defunti ignoti, dimenticati o voluti dimenticare (come il criminale morto in carcere o giustiziato da una giustizia umana che si arroga il diritto di surrogare  Dio nel decretare la morte).
Per tutte le persone il cui ricordo non genera lacrime nè rimpianto io Ti prego mio Dio perchè la pietà non deve avere confini, perchè la carità non deve conoscere limiti.

Tu, Signore, li conosci e li perdonerai. Tu forse per loro hai quella predilezione che riservi per gli "ultimi" . Che serbi per il "figliol prodigo" e per la pecora perduta.

Nelle Omelie di domani fa che io possa ascoltare parole di accoglienza per chi nella vita non ha conosciuto la gioia che ha sapore di misericordia, che è amore infinito, parole per coloro che vengono esclusi dalla nostra carità così come nessuno rimane escluso dal Tuo Amore.

Risultati immagini per immagini di cimiteri ebraici

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

7 commenti:

  1. Mi avevi cercato consigli su film di Ski on demanda.
    Ecco:

    The Young Pope, prima serie televisiva di Paolo Sorrentino, è prodotta dall'italiana Wildside in collaborazione con la compagnia francese Haut et Court TV e la spagnola Mediapro.[1] Il progetto è finanziato da Sky, Canal+ e HBO, che hanno messo insieme un budget di 40 milioni di euro, in parte provenienti anche dal fondo europeo di sviluppo regionale dell'Unione europea, per la produzione dei dieci episodi che compongono la prima stagione, la cui produzione, dall'avvio della scrittura alla post-produzione, è durata circa tre anni tra il 2014 e il 2016.[2][3]

    Le sceneggiature sono state scritte da Sorrentino con la consulenza di Umberto Contarello, Tony Grisoni e Stefano Rulli.[4] Il cast, annunciato tra luglio e i primi giorni di agosto del 2015, include la presenza di Jude Law nei panni del papa protagonista; Diane Keaton nei panni di suor Mary; James Cromwell, Silvio Orlando, Scott Shepherd, Javier Camara e Toni Bertorelli nei panni rispettivamente dei cardinali Spencer, Voiello, Dussolier, Gutierrez e Caltanissetta; oltre a Cecile de France, Ludivine Sagnier, Guy Boyd, Andre Gregory, Sebastian Roche, Marcello Romolo, Ignazio Oliva, Vladimir Bibic, Daniel Vivian e Nadie Kammalaweera.[5][6] Il protagonista è spesso inquadrato solo dal bacino in su anche in movimento, in modo da non far vedere come stia camminando per dare la falsa impressione che stia "volando"; Sorrentino ammise di aver copiato tale tecnica dai film di Spike Lee.[7]

    Le riprese della prima stagione, durate sette mesi, si sono svolte a partire dall'agosto 2015 principalmente negli studi di Cinecittà, dove sono stati ricreati gli interni del Vaticano; i giardini che si vedono in molte scene sono state ripresi da alcune ville romane, principalmente Villa Medici, e dall'orto botanico di Trastevere mentre alcune riprese si sono svolte anche all'interno di Palazzo Venezia.[2][3][7] Alcune scene sono state girate anche a Venezia, in piazza San Marco.[8]

    Poco prima dell'esordio televisivo, nelle prime settimane di ottobre 2016 è stata confermata la produzione di una seconda stagione.[3]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto in programmazione penso due settimane fa. E l'ho registrato. Potrei vederlo anche questa sera, ma in questi gg il mal di schiena è molto vivace. Il televisore corredato con Sky è in tinello, la mia cuccia di sempre in questi giorni però il divano non è molto accogliente pur essendo con cuscini di piuma d'oca. e allora vado subito nel lettone. A leggere.Poi quando incontro difficoltà ad addormentarmi, mi alzo ma preferisco visitare o postare i pensieri del momento.Certamente lo visionerò. Grazie Gus. Buonaserata e bacio.
      Ciao Gus.

      Elimina
    2. Errore Collegato con Sky....

      Elimina
  2. Cara Lucia, è vero, è arrivato novembre senza accorgersene, i colori autunnali sono ora perfetti gli alberi dorati si notano da molto lontano!!! Bella veramente la bella foto.
    Ciao e buona giornata con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso. Grazie sempre delle tue visite. A presto. Buona serata con un sorriso come dici tu.

      Elimina
  3. Mia cara Silvana: sbaglio o ho già risposto ad un commento esattamente come quello di ieri? Silvana ti ringrazio per avermi dato della "vecchietta" preferisco usare la parola "antica di anni". Ebbene sì, dormo poco e dolendomi la schiena a causa di una sfortunosa caduta che mi ha regalato la frattura di una vertebra......cammino nella casa silenziosa in cui solo i miei due bellissimi miciotti mi accompagnano ....poi se un pensiero improvviso mi illumina la mente....allora scrivo e piano piano arriva il sonno.... Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah Silvana se spesso cambio il mio profilo....tranquilla sono sempre io Lucia di 76 anni o forse di più....! Penso di cambiarlo tra qualche giorno...nuovamente! Ho una miriade di fotografie.....

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o