2 Agosto: il Perdono di Assisi.

martedì 2 agosto 2016


Francesco d’Assisi 800 anni fa chiese al pontefice Onorio III quello che oggi è conosciuto e celebrato in tutto il mondo come il “Perdono di Assisi”.

Francesco, nel mese di luglio 1216 in preghiera nella Porziuncola di Assisi chiede al Gesù un perdono generale per tutti coloro che verranno a pregare in quella cappella dedicata alla Madonna. Francesco vuole la salvezza di tutti e per questo si reca dal Papa Onorio III per avere il benestare a questa indulgenza straordinaria.Il 2 agosto annunzia quindi a tutti i fedeli che sono convenuti, dicendo: Fratelli, voglio mandarvi tutti in paradiso."


L’8 di dicembre dello scorso anno un altro uomo, chiamato Francesco, il nostro Papa, annunziò l’apertura del Giubileo straordinario della Misericordia, che si concluderà il 20 novembre del 2016.


Questi due momenti sono separati da 800 anni.

La misericordia divina dura però “in eterno”.

Agli uomini Dio offre la Sua Grazia continuamente come vedete.


Volevo spiegarvi come si ottiene l'indulgenza per il Perdono di Assisi, ma......è tardi e il 2 agosto sta concludendo le ultime pagliuzze....


2 commenti:

  1. Dio non è un burocrate e basterà un pensiero per l'indulgenza.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  2. Ho l'impressione che tu sia troppo severo con S. Francesco. Certo Dio non è un burocrate. Se il Buon, caro Santo ha giudicato che gli uomini, peccatori in origine, avessero bisogno di un aiuto, perchè non ascoltarlo? Lo stesso vale per il nostro Papa che ha pensato che avevamo bisogno di un nuovo e straordinario Giubileo, quello della Misericordia.Certo è che se tu, sai chiedere perdono al Signore con sincero pentimento ah bhè, ma non è da tutti. Io ho bisogno di varcare la Porta Santa, ho bisogno, del perdono di Assisi, Io so di sbagliare ogni giorno e allora col mio sacchetto di spazzatura mi acchiappo tutte le indulgenze! No, mio caro, non ne perdo una! Ah, buonagiornata Gus e baciiooo.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o