Santa Maria in sabato

2 comments


Mi è stata regalata quest'immagine della Madonna di Guadalupe.
Scritta a destra: "Sono qui figlioli miei, perchè mi invochiate e confidate in me.
Scritta a sinistra: "Da qui ascolterò i vostri lamenti e porrò rimedio a tutte le vostre 
miserie, pene e dolori.



MEMORIA DI SANTA MARIA IN SABATO

Nei sabati, quando non ricorre una memoria obbligatoria, si celebra la memoria di santa Maria in sabato.

INNO

Com'era l'angelo, 
o dolce fanciulla?
come parlava: 
da dentro il tuo cuore?
Era la voce di tutti i profeti
che risuonava dal libro più antico.
Certo tu eri la figlia fedele,
figlia di Sion,
la terra in attesa,
isola intatta che l'albero porti
della speranza per tutto il creato. 
S'è aperto il cielo sul nostro destino
per abbassarsi e calarsi su noi:
perché da un angelo udissimo
quanto la nostra storia 
coinvolge l'eterno!
Ora saremo i congiunti di Dio,
sarà la terra per sempre
il paese delle sue nozze,
la stanza o riviera 
ove si abbracciano
l'uomo e il suo Dio.
O Trinità,
misteriosa e beata,
noi ti lodiamo
perché ci donasti 
la nuova aurora
che annuncia il tuo giorno:
Cristo, 
la gloria di tutto il creato.




Dalle «Omelie sulla Madonna» di san Bernardo, abate
Piacque a Dio perché vergine, concepì perché umile

«L'angelo Gabriele fu mandato da Dio» «In una città della Galilea chiamata Nazaret» Vediamo adesso «che cosa mai di buono» — come dirà un giorno Natanaele — «può venire da Nazaret» Nazaret significa fiore. 
A me pare che le parole e le promesse fatte da Dio ai nostri padri — Abramo, Isacco e Giacobbe — siano state come la semente della divina rivelazione gettata dal cielo nel grembo della terra. 
Infatti di questa semente si legge: «Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato un seme, saremmo diventati come Sodoma e simili a Gomorra». 
Questo seme fiorì nelle meraviglie operate da Dio all'uscita del popolo ebreo dall'Egitto, nei simboli misteriosi che lo hanno accompagnato per tutto il viaggio nel deserto verso la terra promessa; successivamente, nelle visioni e nei vaticini dei profeti e nell'ordinamento del regno e del sacerdozio fino alla venuta di Cristo. 
Non a torto Cristo è chiamato il frutto di questo seme e di questi fiori, secondo l'affermazione di David: «Sì, il Signore largirà la bontà e la terra nostra produrrà il suo frutto». E ancora: «Un frutto delle tue viscere io porrò sul tuo trono». A Nazaret, dunque, risuona l'annuncio della nascita di Cristo, perché dal fiore ci si attende il frutto. 
Naturalmente, una volta spuntato il frutto, il fiore avvizzisce: incarnatasi la Verità, scompare la figura. 
Perciò si dice che Nazaret è una città della Galilea, cioè di una regione di passaggio, perché, nato Cristo, tutto quel che sopra ho ricordato è scomparso: quelle cose, come insegna l'apostolo, «accaddero loro a modo di figura». 
Anche noi, che siamo già in possesso del frutto, vediamo che quei fiori sono caduti: anzi, ancor mentre essi erano in boccio, si sapeva che sarebbero passati. Di qui le parole di David: «Come l'erba che germoglia al mattino, che al mattino fiorisce e germoglia, e alla sera è falciata e dissecca». 
Alla sera, quando cioè venne la pienezza dei tempi, Dio mandò il suo Unigenito, nato da donna, nato sotto la legge, per compiere quel che aveva detto: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose»; allora tutto ciò che era vecchio passò e scomparve, così come quando allo spuntar del frutto i fiori cadono e avvizziscono. 
Perciò la Scrittura dice anche: «L'erba si seccò e il fiore cadde, ma la parola del Signore resta per sempre». Non mi pare che ci siano dubbi: la parola è il frutto, anzi, la Parola è Cristo. 
In quella città fu mandato da Dio l'angelo Gabriele. A chi? «A una vergine fidanzata ad un uomo di nome Giuseppe». Ma chi è questa vergine così venerabile da essere salutata da un angelo, così umile da essere la sposa di un falegname? 
Incantevole connubio di purezza e di umiltà: tanto piace a Dio quell'anima in cui verginità ed umiltà si fondono in soave armonia
Ma non ci sono parole per esprimere la venerazione verso un'anima, nella quale la fecondità esalta l'umiltà e la maternità consacra la verginità! Ti sta dinanzi una donna vergine ed umile: se non puoi imitarne la verginità, ricopiane almeno l'umiltà. 
La verginità è indubbiamente virtù encomiabile, ma l'umiltà è virtù necessaria: la prima è un consiglio, la seconda è un precetto; a quella sei invitato, a questa sei tenuto; di quella è detto: «Chi può comprendere comprenda», di questa sta scritto: «Se non diventerete come questo fanciullo, non entrerete nel regno dei cieli». 
Dio ricompensa la verginità, ma l'umiltà la esige. 
In fin dei conti puoi salvarti anche senza la verginità, ma non puoi salvarti senza l'umiltà. 
Dirò, anzi, può piacere a Dio l'umiltà che piange sulla verginità perduta; ma, oso affermarlo, senza l'umiltà nemmeno la verginità di Maria sarebbe tornata gradita a Dio. «Su chi riposerà il mio Spirito», dice il Signore, «se non sull'umile e sul mansueto?». Vedi, dice sull'umile, non sul vergine. 
Se, dunque, Maria non fosse stata umile, lo Spirito Santo non sarebbe disceso in lei, e lei non avrebbe concepito per opera sua. 
E' evidente, perciò, che concepì per opera dello Spirito Santo proprio perché, come essa stessa dichiara, Dio «ha posato lo sguardo sull'umiltà della sua ancella» piuttosto che sulla sua verginità. 


E se Maria per la sua verginità piacque a Dio, fu per l'umiltà che ne divenne la madre. E' chiaro, quindi: la verginità di Maria piacque a Dio proprio perché Maria era umile. 

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

2 commenti:

  1. Cara Lucia, passo per augurarti un buon fine settimana, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Serena domenica Tomaso! Arrivederci

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...