I 14 segni della grazia

5 comments

"Matteo 25,31-46

Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna».

Il quadro che vi mostro è un'opera di Caravaggio che raffigura le sette opere di misericordia corporale.


Dare da bere agli assetati. Consigliare i dubbiosi. Ospitare i pellegrini. Perdonare le offese.....e le altre che poi elencherò, debbono essere al centro della nostra vita.

Sono il frutto di una lunga storia, nella quale le "prassi penitenziali" sono state la via principale con cui il cristiano rispondeva alla grazia del Dio che perdona.

Prima che il confessionale fosse, c'erano le "opere di misericordia" che più che "opere" sono "forme dell'azione". Sono indicazioni autorevoli ed efficaci di altre priorità, o, meglio, di priorità dell'altro.

Sono momenti in cui diamo atto alla"dimenticanza di sè".


Per mettere in pratica, per poter fare l'esperienza dell'amare il prossimo, dobbiamo dimenticarci di noi stessi, anzi se impariamo  a non rimanere attaccati a se stessi, possiamo arrivare ad amare il prossimo e di conseguenza anche noi stessi.

Non ci sono opere più importanti di altre. Il dono più grande è il dono di sè che Dio fa all'uomo.

"Chi dà, sarà il primo a ricevere".

Sette sono le opere di Misericordia corporali e sette quelle spirituali:

1)Dar da mangiare agli affamati
dar da bere agli assetati
vestire gli ignudi
alloggiare i pellegrini
visitare gli infermi
visitare i carcerati
seppellire i morti.

2) Consigliare i dubbiosi
insegnare agli ignoranti
smmonire i peccatori
consolare gli afflitti
perdonare le offese
sopportare pazientemente le persone moleste
pregare Dio per i vivi e per i morti.

La fede che portiamo in Cristo Gesù ci aiuta a vivere i rapporti con gli altri, il tempo e tuttociò che fa parte del nostro oggi, o del nostro domani, senza la paura dell'incontro con l'altro, qualunque esso sia.

La quaresima sta galoppando verso di noi. Ecco l'occasione per migliorarci.

Caravaggio ha inserito tutte le opere di misericordia corporale in un solo dipinto, ho letto il giudizio su quest'opera, piuttosto negativo di Alberto Cottignoli. 
Guardate il dipinto e poi leggete il commento: io non sono un'intenditrice , per cui giudicate voi. Caravaggio è un grande per me.

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

5 commenti:

  1. Sopportare le persone moleste, una delle cose più difficili da compiere!

    Buona giornata amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Heilà Niki benvenuto! Embhè tutte e 14 sono un po' difficili da mettere in pratica!B uona notte carissimo.

      Elimina
  2. Solo la Misericordia di Dio potrà salvarci dal fuoco della sofferenza.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi dall'inferno? Ciao

      Elimina
    2. E' triste, ma triste questa canzone......Era cantata da Nat King Cole. Un mio mito a 20 anni

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o