"Che cosa cercate?"

5 comments



"Fissando lo sguardo su Gesù che passava,Giovanni Battista, disse: "Ecco l'agnello di Dio"

E i due discepoli che Lo guardavano parlare pensarono allora  di seguire Gesù, che ancora non conoscevano. 
Lui si voltò e vedendo che Lo seguivano, disse: "Che cosa cercate?"

Giovanni e Andrea si erano alzati, quel mattino, come avrebbero fatto in un qualsiasi altro giorno, pensando alle solite cose da fare e si sono trovati di fronte un Uomo che non conoscevano, ma che parlava al loro cuore, che li guardava come nessuno mai, che fermò il loro andare dicendo: "Che cosa cercate?"

Quei due che Lo hanno incontrato per la prima volta, mai come in quel giorno hanno sentito e capito, che cosa vale davvero nella vita, Che cosa avrebbe vinto la noia che li opprimeva.
Quella fame e quella sete che sentivano, erano sicuri che avrebbe riempito il loro cuore, perchè tutto di loro attendeva una Presenza che rispondesse al loro desiderio di felicità.

"Che cosa cercate?"

Un affamato chiederebbe da mangiare, un assetato, da bere e io cosa posso rispondere? So di avere fame e di avere sete di un rapporto vero con il reale, con le cose, con le persone.

Signore: dove abiti? "Vieni e vedi...
Ti insegnerò un cammino che ti farà felice.

Era una domenica di giugno, faceva caldo, l'ho seguito. Ancora oggi cammino sulla Sua strada. 
Qualche buca. 
Qualche inciampo. 
E mi rialzo. 
Perchè è Lui che mi prende la mano e mi aiuta a rialzarmi.

Sempre.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

5 commenti:

  1. La foto che ho pubblicato è la copertina dell'album di fotografie nostre (dal matrimonio in poi) corredate con le mie poesie. E' stato il regalo di Natale per Paolo.

    RispondiElimina
  2. Brava, cara Lucia, un modo per dimostrare l'amore vero che vince sempre.
    Ciao e buona serata cara amica!!!
    Da me sta arrivando qualcosa di molto!!! Importante.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. E' in arrivo un treno di abbracci....! Ricordi? Buona serata con il molto!!! importante.....

    RispondiElimina
  4. L'unico modo per aprirsi alla novità di Dio è andare verso Gesù, per scoprire che non siamo noi a vederlo per primo, ma che lui già ci conosce.

    RispondiElimina
  5. Vorrei che da questo blog nascessero dei dialoghi, come sul tuo. Succederà? Lo spero. Andare verso Gesù. "prima che tu nascessi il tuo nome era già scritto sulla mia mano"(dice Dio)
    C'è una poesia di Pascoli (la sua fede era quella del suo tempo leggere "l'albero a cui tendevi...." in quella poesia manca la speranza, manca cioè una fede sicura) però nasce qualcosa in questa poesia : "il cieco":
    Ma forse uno m'ascolta; uno mi vede,
    invisibile. Sé dentro sé cela.
    Sogghigni? piangi? m'ami? odii? Siede

    in faccia a me. Chi che tu sia, rivela
    chi sei: dimmi se il cuor ti si compiace
    o si compiange della mia querela!

    Il cieco non vede, non può, ma sente la presenza di un Altro.....Io l'interpreto così.
    Io so che se tendo la mano a Cristo, Lui è pronto ad afferrerla perchè tendere la mano a Cristo è confermare che tutto inizia e poi sfocia in Lui, tutto comporta un Amare, tutto.

    Buonanotte e dormi bene: Bacio.

    Sono stata invitata a pregare per una coppia di sposi che attendono un bimbo. Lei è già al quarto mese. Il bimbo pare dia down. Vuole abortire. Io invito te e chi percaso leggerà.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...