Settembre

15 comments


Era la prima sera di settembre, e pioveva, quando ho fotografato la panchina del mio giardino e le ho regalato due rose perchè non fosse triste al mio sguardo!

L'estate che ci ha donato colori sgargianti e frutta in abbondanza, come abbondante è stato il caldo dei mesi trascorsi, ora comincia a declinare e, già il mattino, profuma del tempo d'autunno!

Le piante, piano piano, rimettono alla terra il bel manto di foglie e poi resteranno nude.

Anno dopo anno tutto si ripete e tutto è sempre uguale; ma diverso. E noi rinnoveremo lo stupore per i colori che avranno le viti, le siepi e le stesse foglie.

Ma prima di spogliarsi e consegnare tutto il verde alla terra, le piante si esauriscono per un ultimo dono: i frutti che noi addenteremo con golosità.

Quando pronuncio la parola Settembre ecco che la mente mi riporta a questa poesia di D'Annunzio. Ricordate?

Settembre, andiamo. È tempo di migrare.
Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all'Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.

Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d'acqua natia
rimanga né cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d'avellano.

E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!

Ora lungh'esso il litoral cammina
La greggia. Senza mutamento è l'aria.
Il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquio, calpestio, dolci romori.
Ah perché non son io cò miei pastori?



“Andiamo”, è la  nostalgia del poeta, è la stessa dei pastori, costretti a lasciare le loro terre. Il suo coinvolgimento emotivo si dichiara, poi, pienamente nell’ultimo verso, molto struggente, con la domanda: “Ah, perché non so’ io cò miei pastori?”.

Lascio a Dannunzio la risposta e continuo dicendovi che l'autunno è un'altra primavera, prima del gran riposo.

La terra torna verde, prima del grigio della nebbia, prima del bianco della neve.

Il sole s'affaccia tra una nuvola e l'altra e noi ci adagiamo in un lieto sopore. Riprendiamo le letture o i lavori interrotti e anche le partecipazioni alle Messe......

Andiamo incontro al sole pallido che ci illumina senza accecare e ci bacia senza ardere.

Felice dolce Settembre.



Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

15 commenti:

  1. Detesto i mesi che contengono la lettera B.
    Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, oh, mio caro Gus, quali sono i mesi che non ti piacciono? Settempre, Ottopre, Novempre, Dicempre, Gennaio, Feppraio, Marzo, Aprile e poi via via.....con la B di Buono, Bravo e Bello? Sai che non ne conosco? Dimmeli tu!!!!! Puonaserata e Puonanotte! Ciao Gus!

      Elimina
  2. Molto bello questo post,a partire dall'immagine!
    Buona giornata! ♥♥
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono contenta di questo click!!! E sono riuscita anche a inserire il mio nome, ora è in piccolo, ma continuerò a provare.....Ti ho telefonato ma non c'eri. Io domani sono presissima...Novara Milano; Milano Novara
      Forse giovedì andrà meglio....come tempo libero! Baci Dani!

      Elimina
  3. Scrivi in una maniera meravigliosa mia cara Lucia ed è talmente bella questa descrizione della natura che cambia che mi hai commosso.Merito anche della "Madama Butterfly"
    Bacio soave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella il tuo commento è bellissimo....perchè mi gratifica un po'.

      Ti piace la musica? Io adoro Puccini!!! Baci e Buona serata....torna!!!!

      Elimina
    2. Puccini, il mio autore preferito..un compositore da brividi!!!!
      Ti stringo forte!

      Elimina
  4. Anche se certamente ogni stagione ha il suo lato bello, a me l'autunno mette un po' di tristezza ... ma serve anche questo stato d'animo per riflettere, pregare e fermarsi un po'!
    Splendida la poesia di D'Annunzio che non ricordavo più ed anche la tua foto...molto artistica!
    Un saluto e l'augurio di una buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mr. Loto . Ogni stagione ha il suo profumo ed è sempre diversa da quelle precedenti. Come ogni giorno è un nuovo giorno! D'annunzio.Rileggendo ho scoperto quanto è bella questa poesia. Ricordi che noi dovevamo impararle a memoria? Io certamente.....tu potresti essere giovanissimo e allora l'educazione scolastica......

      Elimina
  5. anche io pensai a quella poesia , e forse lo ricordi....bello questo post, bello lo sfondo blog autunnale, settembre è un mese che mi piace....

    p.s.: Lucia cara io aspetto tua email per via dello swap, mi devi scrivere (come da regola)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiore! Ieri sera ho dato il voto alle fotografie e ti ho chiesto delucidazioni sullo swap- Dopo scrivo sul tuo indirizzo mail. Abbracci

      Elimina
  6. Adoro la poesia del D'Annunzio che hai citato, come pure il mese di settembre e l'autunno che segue coi suoi colori, le sfumature, il lento digradare verso il buio e la dolcezza di certe atmosfere.
    Bello il tuo post e così anche le foto.
    Grazie, cara Lucia!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie a te della visita! Gioire in musica.....sto cercando una musica piacevole, dolce, che non disturbi chi posta i commenti....Mi aiuti? Buona serata.

    RispondiElimina
  8. Il panorama della musica è infinito e ci sono molte arie con le caratteristiche che cerchi. Te ne cito tre che adoro sopra le altre:

    1) il Canone di Pachebel
    2) l'Andante cantabile dalla Serenata per archi op. 3 n.5 di Haydn
    3) e se vuoi una canzone, "You only Cross my Mind in Winter" cantata da Sting, che riprende l'aria della Sarabanda dalla VI Suite per Cello di Bach. Ti assicuro che è favolosa!

    Trovi tutto su youtube o nel mio blog, cliccando nelle etichette : Pachebel. Haydn-Hoffstetter e Sting-Bach.
    Buon ascolto e un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annamaria grazie infinite, penso che domani sarà la giornata giusta per dedicarmi all'ascolto. Sting è tra i miei cantanti stranieri preferiti.
      e Haydn è Haydin. Un abbraccio e a presto!

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...