Commento di San Giovanni della Croce

4 comments


Oggi la seconda Lettura era di Giacomo e ci interrogava sul rapporto che viviamo tra Fede e Opere.

Un mio commento sarebbe inutile e povero. Meglio, molto meglio  un commento di San Giovanni della Croce:

Signore Dio, amato mio! Se il ricordo dei miei peccati t’impedisce ancora di concedermi ciò che ti chiedo, si compia, mio Dio, la tua volontà, che è quanto desidero di più. Mostra la tua bontà e la tua misericordia e sarai conosciuto attraverso di esse. Se poi aspetti le mie opere per concedermi ciò di cui ti prego, concedimele e compile tu in me; vengano pure le sofferenze che tu desideri accettare da me. Se poi non aspetti le mie opere, cosa aspetti, o clementissimo Signor mio? Perché tardi? Se, infine, dev’essere grazia e misericordia quella che ti chiedo per il tuo Figlio, accetta il mio piccolo contributo, se lo vuoi, e concedimi questo bene, poiché anche tu lo vuoi. Chi potrà mai liberarsi dai suoi modi di agire e dalla sua bassa condizione, se non sei tu, mio Dio, a sollevarlo fino a te nella purezza del tuo amore? Come potrà elevarsi fino a te l’uomo generato e formato nella bassezza, se non lo sollevi tu, o Signore, con la stessa mano con la quale l’hai creato? Non mi toglierai, o mio Dio, ciò che un giorno mi hai dato nel tuo unico Figlio, nel quale mi hai concesso tutto quello che desidero; perciò mi rallegrerò sapendo che non tarderai, se ti aspetto. "Perché indugi tanto, se già ora puoi amare Dio nel tuo cuore? Miei sono i cieli e mia la terra, mie sono le genti, miei sono i giusti e miei i peccatori; gli angeli sono miei e mia è la Madre di Dio, tutte le creature sono mie. Dio stesso è mio e per me, perché Cristo è mio e tutto per me. E allora, cosa vuoi, cosa cerchi ancora, anima mia? Tuo è tutto questo ed è tutto per te. Non ti abbassare al di sotto di questo e non accontentarti delle briciole che cadono dalla mensa del Padre tuo. Va’ e gloriati della tua gloria; nasconditi in essa e godila, così saranno esauditi i desideri del tuo cuore."



Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

4 commenti:

  1. L'ideale sarebbe infatti trasmettere la propria fede ed i propri principi morali attraverso la propria vita e le proprie scelte, non con le semplici parole...ed i giovani lo sanno! Quante volte restano colpiti dalla dissonanza tra le parole ed i comportamenti dei genitori?
    Chi ha davvero fede dovrebbe essere, prima di tutto, un buon esempio ... solo che siamo così piccoli ... ed a volte è difficile essere all'altezza dei propri ideali. Fortunatamente Dio è paziente e conosce le nostri sincere intenzioni, oltre ai nostri limiti.
    Un abbraccio e l'augurio di una serena settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che sia in noi la speranza di una testimonianza veritiera. Ci proviamo, ma non siamo Santi!! Grazie Mr. Loto. Buona settimana anche a te.

      Elimina
  2. Ciao Lucia buon pomeriggio. Io sono nuovamente in partenza, scusa il poco pertinente commento. Rimane però il saluto e l'abbraccio. :)

    RispondiElimina
  3. Torna presto. Tutto bene? Un abbraccio e un bacio

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o