Sacramento del Battesimo

12 comments





Madonnina della Tenerezza

Statua che si trova nel convento delle Suore ad Armeno (NO)

e che ho scelto per accompagnare questa mia poesia




Sorridi Figlio mio

perchè eri nei miei pensieri,

perchè eri nel mio cuore

e il Destino

ti ha donato al mondo.

Ora, con il tuo babbo,

ti doniamo

qualcosa di grande, qualcosa che, forse, 

nemmeno noi

comprendiamo fino in fondo

ed è il tuo incontro

con Cristo e con la Chiesa Sua Sposa:

SCEGLIAMO PER TE IL BATTESIMO.

Il primo giorno è l'alba della vita

e il Battesimo

è il SACRAMENTO del primo giorno

(mamma e babbo).




Il mio buon Parroco, al tempo del catechismo mi aveva affidato anche il compito di seguire la Catechesi pre.battesimale. Dovevo recarmi nelle case dei genitori che avevano chiesto il Battesimo per il proprio figlio. Ho accettato. Con me c'era Carla, con cui mi trovavo bene, molto bene.

Per tre anni abbiamo visitato le famiglie.  E' una catechesi particolare, perchè puoi prepararti quanto vuoi, ma la realtà è sempre diversa da come te l'immagini.

Parlo finalmente del Battesimo. (Catechismo della Chiesa Cattolica)

Che cos'è il cristianesimo se non l'avvenimento di un uomo nuovo che per sua natura diventa un protagonista nuovo sulla scena del mondo?

Papa Francesco ci dice che:

" Siamo chiamati a vivere il nostro Battesimo ogni giorno, come realtà attuale nella nostra esistenza. Se riusciamo a seguire Gesù e a rimanere nella Chiesa, pur con i nostri limiti, con le nostre fragilità e i nostri peccati, è proprio per il Sacramento nel quale siamo diventati nuove creature e siamo stati rivestiti di Cristo"

Il santo Battesimo è il fondamento di tutta la vita cristiana, il vestibolo d'ingresso alla vita nello Spirito, e la porta che apre l'accesso agli altri Sacramenti.

Mediante il Battesimo siamo liberati dal peccato e rigenerati come figli di Dio, diventiamo membra di Cristo; siamo incorporati alla Chiesa e resi partecipi della sua missione.

Il Battesimo è chiamato così dal rito centrale con il quale è compiuto: battezzare («baptizein» in greco) significa «tuffare», «immergere»; l'«immersione» nell'acqua è simbolo del seppellimento del catecumeno nella morte di Cristo, dalla quale risorge con Lui, quale «nuova creatura», come spiega San Paolo ai Corinti e ai Galati (2 Cor 5,17; Gal 6,15).


Questo sacramento è anche chiamato il «lavacro di rigenerazione e di rinnovamento nello Spirito Santo», poiché significa e realizza quella nascita dall'acqua e dallo Spirito senza la quale nessuno «può entrare nel regno di Dio», come dice il Vangelo di San Giovanni.
Poiché nel Battesimo ha ricevuto il Verbo, «la luce vera che illumina ogni uomo» (Gv 1,9), il battezzato, è divenuto «figlio della luce» e «luce» egli stesso.

Mediante il Battesimo, siamo portatori della parola di Cristo, che rasserena, che accende e acquieta le coscienze ferite. E perché il Signore operi in noi e per mezzo di noi, dobbiamo dirgli che siamo disposti a lottare ogni giorno, anche se ci vediamo deboli e inetti, anche se percepiamo il peso immenso delle nostre miserie personali, della nostra indigente debolezza. Dobbiamo ripetergli che confidiamo in Lui, nella sua assistenza: se è necessario, come Abramo, contro ogni speranza (Rm 4, 18).

Non ci sono cristiani di seconda classe, tenuti a praticare soltanto una versione ridotta del Vangelo: tutti abbiamo ricevuto un medesimo Battesimo, e pur nella grande diversità di carismi e di situazioni umane, uno solo è lo Spirito che elargisce i doni divini, una sola è la fede, una sola la speranza, una sola la carità. Possiamo quindi considerare come rivolta a noi la domanda dell'Apostolo: Non sapete che siete tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi?, e possiamo prenderla come un invito a un rapporto più personale e diretto con Dio.

Gesù dà inizio alla sua vita pubblica dopo essersi fatto battezzare da San Giovanni Battista nel Giordano e, dopo la sua risurrezione, affida agli Apostoli questa missione: «Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato».
Nostro Signore si è volontariamente sottoposto al battesimo di San Giovanni; allora lo Spirito scese su di Lui, e il Padre manifestò Gesù come il suo Figlio prediletto.
È con la sua Morte e Resurrezione che Cristo ha aperto a tutti gli uomini le fonti della grazia. Per questo il Battesimo della Chiesa cancella il peccato originale e ci rende figli di Dio.


Il Signore ha posto nella tua anima un sigillo indelebile, per mezzo del Battesimo: sei figlio di Dio













Libretto che ho preparato per il Battesimo di Elena



Qui le parole di Giovanni Paolo II non si leggono bene, ma ve le trascrivo:

Ogni bambino è voluto da Dio Padre, è redento da Cristo, diventa col battesimo tempio dello Spirito Santo.

Se questa è la dignità del Bambino, tutti devono considerare un privilegio accoglierlo, custodirlo e amarlo.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

12 commenti:

  1. Cara Lucia grazie per i tuoi commenti, ti avviso che se vuoi partecipare a #io leggo perchè devi ricordarti di nominare il libro che vorrai in caso di vincita x cui ricordati di ripassare nel post se vuoi...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho già scelto il libro: Francesco piccolo (già non ricordo bene il titolo) parla di situazioni di felicità. L'ho scelto perchè vorrei leggere qualcosa di "leggero" e divertente. Buona serata

      Elimina
  2. Cara Lucia, un post che merita l'attenzione di tutti!!!
    Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona settimana anche a te Tomaso. Qui fa già caldo. Debbo mettere mano al guardaroba? Mah!

      Elimina
  3. Sai Lucia che non ricordavo questa statua della Madonna che si trova ad Armeno?
    Bella la poesia di Mamma Lucia e babbo Paolo!
    C'è la Madonna della tenerezza e Lucy della tenerezza. Sono tornata da poco, giornata importante e "ricca" di contenuti e di spiritualità.
    Ci sentiamo domani nel pomeriggio?
    Un abbraccio.♥
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando scriussi quella poesia la allegai alla foto della Madonnina. Per averla chiesi all'Antonio Maio se andava su a fotografarmela!! Che faccia tosta che ho avuto. Lui però gentile l'ha fatto. E' poco bella? Ciao Dani: domani pom. ho il dentista per il controllo del baith, Poi deve venire l'imbianchino a portarci il preventivo e domani sera viene il Giorgio B. perchè gli dica i miei ricordi del Giorgio Ferro. Giornata piena! Ma quattro chiacchiere le voglio fare!!

      Elimina
  4. Ho conosciuto chi battezza i propri figli pur non credendo. Che grande mistero è la vita SPIRITUALE, ancor PIU' di quella carnale. Eppure si battezza con acqua la CARNE. Lo SPIRITO lo di BATTEZZA con il FUOCO! Cosa vuol dire?

    TELO sPIEGO con UN rimPRO-VERO che faccio a CHI, CREDENTE e CATECHISTA, GIUstiFICA CHI è libero di convivere e sposarsi quando avrà i soldi per la FESTA.
    Il RImPRO-VERO è questo: "il matrimonio religioso o civile è un ATTO di RESPONSABILITA' verso la parte debole, CHIAMANDO un DIO o la SOCIETA' a TESTIMONIARE l'a.C.cordo PRESO, verso chi potrebbe soccombere se un giorno la parte più forte troncasse questo atto di responsabilità".

    Come vedi io proVOCO e rimPRO-VERO chi si CONTRAdDICE, credente in Dio o nell'uomo, a PRE-SCINDERE.

    BEATI quelli che si affidano a FORZE MISTERIOSE ma MISERICORDIOSE.
    Dico MISERICORDIOSE perché c'è chi gioca anche a sedute spiritiche ... senza capire involontariamente a quale condanna si stanno affidando.

    Il BATTESIMO CATTOLICO è molto più vicino a quello del Battista che non PRE-TENDEVA la preCONFESSIONE, ma la SPERANZA di venir PER-DONATI.

    DIO apPREZZA molto questa FIDUCIA da parte DEI peccatori GENITORI a vantaggio DEI figli, in CUI pongono la LORO SALVEZZA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì. Di genitori non credenti che chiedono il Battesimo per il proprio figlio, Hi, se ce ne sono! Io comunque sono dell'idea che: I sacramenti sono strumenti di Grazia. E tu sai coma può fare la grazia? No! Quindi diamoli....Ci penserà il Signore e lo Spirito Santo a lavorare in quelle anime. Buona notte. Paolo è già passato a sollecitare la mia compagnia nel lettone e non vado subito, lui s'addormenta e addio buonanotte! Ciao Angelo.

      Elimina
    2. Si, conosco come LAVOra la GLORIA di Dio per elargire GRAZIA su GRAZIA.
      Non demandiamo a chi poi chiede a noi ATTREZZI TAGLIENTI che minacciano POTATURE e ANNAFFIATOI che consolano le FERITE.

      "Ricordiamoci che il Cuore di Gesù ci ha chiamati non solo per la nostra santificazione, ma anche per quella delle altre anime. Egli vuol essere aiutato nella salvezza delle anime." (Padre Pio)

      Io non voglio essere BRUSCO, ma VERO.
      Saremo GIUdicati SOPRAtTUTT per quello NON FATTO e NON DETTO.

      Elimina
    3. Perché non SEGUI LO SPOSO nel lettone?

      Elimina
  5. Basta assistere nella parrocchia a un battesimo per capire lo splendore dell'evento e la commozione che parte dal parroco, passa attraverso i genitori, i testimoni e tutte le persone credenti che comprendono cosa sta avvenendo.
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina
  6. Grazie Gus! E' un momento da ricordare. Tre ricordi. Tre date. Significative. Abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...