Lettera della Beata Elisabetta della Trinità alla sorella Margherita

5 comments





Desiderio di inabissarsi nella Santissima Trinità


Cara sorellina, non so se è venuta l'ora di passare da questo mondo al Padre mio, perché sto assai meglio e la santina di Beaune sembra volermi guarire [la Ven. Marghe­rita del SS. Sacramento, carmelitana di Beaune, 1619-1648, a cui le consorelle di Elisabetta della Trinità si erano rivolte per ottenerne la guarigione, ndr]: ma vedi, talvolta mi pare che l'Aquila divina voglia piombare sulla sua piccola preda per trasportarla là dove è Lui: nella luce abbagliante! Ti sei sempre saputa dimenticare per la felicità della tua Elisabetta e sono sicura che, se volassi via, sapresti rallegrarti del mio primo incontro con la divina bellezza.
Quando il velo cadrà, con quale gioia mi inabisserò fin nel segreto del suo volto! È qui che passerò la mia eternità. Nel seno di questa Trinità che già fu la mia dimora quaggiù sulla terra; pensa, Guite, poter contemplare nella sua luce gli splendori dell'essere divino, scrutare le profondità del suo mistero, essere fusi con Colui che si ama, cantare senza tregua la sua gloria e il suo amore, essere simili a Lui perché lo si vede come egli è... Sarei felice, sorellina, d'andare lassù per essere il tuo angelo. 
Come sarei gelosa della bellezza della tua anima già tanto amata sulla terra! Ti lascio la mia devozione per i Tre (all'amore). Vivi al di dentro con essi. Il Padre ti coprirà con la sua ombra, mettendo come una nube fra te e le cose della terra, per conservarti tutta sua, Ti comunicherà la sua Potenza perché lo ami con un amore forte come la morte. 
Il Verbo imprimerà nella tua anima come in un cristallo l’immagine della Sua propria bellezza, perché tu sia pura della Sua purezza, luminosa della Sua luce. 
Lo Spirito Santo ti trasformerà in una lira misteriosa che nel silenzio, sotto il suo tocco divino, produrrà un cantico magnifico all'amore. Allora sarai la «lode della sua gloria». È quello che io avevo sognato di essere sulla terra. Tu mi sostituirai. Sarò invece «laudem gloriae» davanti al trono dell'Agnello, e tu «laudem gloriae» nel centro della tua anima. Questo, sorellina, sarà sempre «l'uno» tra di noi. Credi sempre al­l'amore. Se hai da soffrire, pensa che sei più amata ancora e canta sempre «grazie». È così geloso della bellezza della tua anima! Non guarda che a questo.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

5 commenti:

  1. Sembra che conosca il Regno dei Cieli per Rivelazione.
    Abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Cara Lucia, io preferisco essere autore e non anche Amministratore del tuo bellissimo blog. Quando hai bisogno di interventi tecnici sai come fare a farmi tornare Admin.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo il tuo blog e lo seguirò sicuramente per respirare con l'anima!
    Buona giornata da Beatris
    Bellissima la musica di sottofondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrix Ben arrivata! E' tardi : Buona notte e buona domenica nel Signore

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...