sabato 10 maggio 2014

lettera alla mia mamma


In queste tre fotografie scattate nel 1964 c'è la mia mamma, il mio papà, degli zii e mio fratello. Io non stavo bene....ero da poco sposata!
Foresta del Cansilio (Veneto)















Qui siamo a Salsomaggiore dove la mia mamma faceva i (fanghi) e io la scimmietta. Elena no è seria.

Gli occhi della mia mamma li conosco molto bene: sono azzurri e severi, ma io ci vedo uno stagno incantato. Attorno si alzano gli alberi e un'isola a me tanto cara anche se un po' confusa, circondata da acque limpide. Se la mia povera barca su cui sto navigando, potesse arrivare a quelle acque silenti! I pesci più rari vi nuotano e su quegli alberi, melodie incantate mi arrivano da preziosi uccelli.
Mamma cara, vorrei dirti quanto bene ti voglio, ma tu mi risponderesti di tacere, come sempre!
So che non leggerai , ma queste parole fanno bene a me, sola soletta sull'isola dalle acque popolate e tranquille. Buona giornata per la tua festa!