Attesa del Natale

14 comments
Benvenuti e Buon Natale 2013
 
 
                                                                                                                      
Al sopraggiungere dell'Avvento inizio a preparare la "casa" per accogliere Gesù che viene a trovarci.
La prima casa sono io, il mio cuore, la mia anima. Confessione. Novena dell'Immacolata. E altre preghiere di Santa Teresa del Bambin Gesù.
Quest'anno è arrivato il Decoupage (ritornato di moda grazie a Fiore) e che non ho ancora terminato....
Ho pulito anche, bene, le stanze dove viviamo e sto addobbandole con i ricordi degli anni passati.
 
Spesso mi interrogo sui profondi mutamenti dell'Avvento, che ho conosciuto negli anni della mia vita in questa paese ricco di presenza cristiana.
Gli anni beati in cui il mio papà preparava un grande presepe, con lo specchio del comò per lago, e tanta sabbia per fare il deserto. E poi le luci che immancabilmente lo facevano innervosire perché ce n'era sempre qualcuna che non si accendeva e non faceva accendere anche le altre! Le statuine di gesso (ora le ho io).
 E i regali? Una sciarpa, un astuccio con le matite colorate. I mandarini e le noci!
Le caramelle, quelle di zucchero si appendevano, con i mandarini, sull'albero e io, golosona, di notte le scartavo così che, quando si smontava ci si accorgeva che c'erano solo le carte!
La Messa di Mezzanotte...era l'occasione per camminare, sulla neve scricchiolante, nella notte!
Quanta magia nell'aria pungente anche perché i nostri cappotti non scaldavano un granchè!
Ma era Natale! Era veramente la festa di Gesù!
Allora "sentivamo" il senso del messaggio cristiano.

 

Oggi, lo riconosco, non ci interpelliamo più sul vero significato del Natale. Non ci poniamo troppe  domande e guai a scandalizzarci se notiamo che è diventata una festa per i commercianti, si rischia di essere giudicati dei guastafeste.

Adesso ci sono i "Babbi Natale" arrampicati sui balconi o giovani truccati da vecchi per farsi fotografare dai piccoli e guadagnare un po' di soldini.
 
Della dimensione più propriamente cristiana della festa un'amica suora mi ha ricordato quella preghiera che si recitava alla vigilia di Natale la cui intensità è intraducibile e che  non ricordo più,in latino, so solo che diceva "Concedici o Dio, di respirare la Natività di Tuo Figlio che celebriamo in questa notte santa". Ripetiamola!
 
 
                                           presepini (questa notte i gatti ne hanno rotti due!)
 
 

                                                   I cicciottelli
                                                i primi cicciottelli
 
Frasi per il Santo Natale
Una di Papa Francesco
Una di don Giussani
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

14 commenti:

  1. Hai avuto problemi con il post. Era nell'elenco lettura ma cliccando portava a una pagina vuota del blog: questa pagina non esiste.
    Ora è arrivato ed è bellissimo.
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita, come quando il babbo natale arrampicato al balcone è un ladro e no una SPIA.

      Elimina
    2. Gus Ho davvero problemi con il blog. Adesso lo spengo e domani....vedremo. Grazie e buonanotte!

      Angelo....rispondi tu a Gus? Non parlarmi di Babbo Natale...è una non storia e non mi piace! Ciao.

      Elimina
    3. E' una storia VERA che continua, quella di San Nicola da Mira ora a Bari e un po' a Venezia.

      Elimina
  2. Si AMO i SOLITI ROMANTICI MASOCHISTI.
    Mia NONNA mi faceva sempre A...VERTIRE il VERO NATALE per CON...VERTIRE.

    Una VERA piccola FIAMMI-FERAya per un LUCI-FEROio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoti qui. Sai che sei monello? Gesù Bambino ti porterà....il carbone! Notte Luciferino.

      Elimina
  3. Cara Lucia, l'Avvento porta sempre con se gioia e nostalgia. Quando ricordavi tuo padre che si lamentava delle lucine mi ricorda il mio, spesso perdeva parecchio tempo a ripararle, allora si compravano altre e si toglievano quella andate. Fare il presepe era un vero rito, io sono sempre stata quella che si dedicava a presepe e poi trascorrevo ogni giorno ore a guardarlo quand'ero bambina e figlia unica purtroppo. Sistemavo pecorelle cadute e pastori restii a rimanere in piedi sul muschio. Che bello!!
    Le cose sono cambiate, è vero, è sempre una lotta per salvare le nostre tradizioni cristiane che si stanno disperdendo rapidamente già dall'asilo nido. Pochi fanno il presepe ormai...
    Begli gli addobbi, brava! Io sto iniziando ad aprire gli scatoloni...Buona serata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacciono i tuoi racconti! Li leggo sempre volentieri....Il presepe era proprio un rito...e quando i giorni si facevano sempre più prossimi al Natale e vedevo che papà ritardava....ah che ansia!
      Il nostro programma è: domani esporre gli Angioletti. Sabato pom. con Giacomo e Francesco addobberemo l'albero (sai che avventura!) e poi il sabato successivo....Elena e Giacomo prepareranno il presepe con le statuine che erano quelle dei presepi di quando i miei figli erano piccoli, più alcune di quelle del mio papà. Sono rimaste a me perché i miei fratelli, Ilario fa un piccolo albero e Elena uno stilizzato....insomma moderno! Anch'io ho gli scatoloni nascosti nello sgabuzzino! Notte cara amica! Ti scriverò presto!! Buonanotte nel Signore.

      Elimina
  4. Mi ...pare di aver ritrovato la VERA Lucia. Spero di non sbagliare.
    Ciao Lucia. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calma e tanta pazienza. Proverò a risponderti. Io, sì sono cambiata: ho uno e due anni in più, mi fanno male le gambe e la schiena insomma non sono più l'agile signora di un tempo. Ho imparato a tenere la bocca a freno, a contare fino a...prima di rispondere. Sono sempre più innamorata del mio Creatore e della Sua SS Madre. Se fai la brava e commenti il post senza sgarbi, ma secondo la tua testolina, puoi rimanere e anche tornare, altrimenti metterò la moderazione! E questo mi spiace. Tempo d'Avvento, tempo per amare Dio e i fratelli. Pensaci e buonanotte.

      Elimina
  5. "tempo per amare Dio e i fratelli".. brava.. le moderazioni lasciamole ad altri... domenica anch'io addobbo.. e speriamo di addobbare anche il nostro spirito natalizio, sempre più mirato all'estetica.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'EST-ETICA salverà il mondo!

      AHAhahaHAH

      Elimina
  6. Bellissimi i tuoi ricordi .....Bellissimi i presepi .... Bellissimo il Natale sempre ....sono anche io cattolica praticante e anche io "canto la vita sempre"
    Buona serata

    RispondiElimina
  7. BEATI quelli che VIVONO il preSIEPE con la consapevolezza del SUO FINE.

    Gli spiriti traviati apprenderanno la sapienza, quelli che mormorano impareranno la lezione.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o