Kabul (vista dallo scrittore de "il cacciatore di aquiloni" Hosseini

7 comments
 
 
Non si possono contare le lune che brillano sui suoi tetti,
né i mille splendidi soli che si nascondono dietro i suoi muri.
 (Saib-e-Tabrizi)


Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma a Kabul, non ci sono solo i fantasmi di un passato che non si può dimenticare, c'è un mondo violento, assurdo e sinistro, dove le donne sono invisibili, la bellezza è fuorilegge e gli aquiloni non volano più. Trent’anni di storia afgana - dalla fine della monarchia all’invasione russa, dal regime dei Talebani fino ai giorni nostri - rivivono in questi romanzi emozionanti e pieni d’atmosfera.Tre i libri, "Il Cacciatore di aquiloni, Mille splendidi soli  e L'eco non risponde"
L'unica cosa che una donna e i bambini devono imparare è la sopportazione.

 
                                 
“Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice…che si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente. “A ricordare di come soffrono le donne come noi…di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso””

 
 
Ho avuto modo di leggere tutti e tre i libri di Hosseini. Così ho conosciuto Kabul, la sua gente, la paura e la guerra nonché la cattiveria dei  suoi invasori-
Ieri sera, seguendo la "Veglia di preghiera" di Papa Francesco,  ho letto nel suo volto, nelle sue parole, nei suoi silenzi  la paura della guerra. E la mia preghiera è diventata più intensa.
Gli avvenimenti che ci accadono hanno sempre un Disegno, tracciato da una Mano che ci accarezza posandosi sul nostro capo e che ci porta in cammini che non conosciamo.
Doniamo i nostri timori a Maria in cui cerchiamo rifugio.
 
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

7 commenti:

  1. Mondi e storie davvero troppo lontani da me...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La conoscenza deve accogliere tutto, anche storie che sembrano lontane ma che ci coinvolgono. Ciao Miki.

      Elimina
  2. Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo.

    IN POCHE PAROLE: BISOGNA AMARE TUTTI COME AMAVA LUI ... TUTTI, a SUO MODO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Angelo, hai perfettamente ragione.Era il Vangelo di ieri. Per quanto uno cerchi di amare profondamente, amare fino a sentirsi sciogliere dentro, non riusciremo ad amare come Lui. Ieri, giornata un po' burrascosa per me, non voglio lamentarmi, ma proprio non stavo bene. Potevo saltare la Messa? Paolo diceva di sì, ma il mio cuore aspettava il "Pane". Sono andata con la paura di svenire. Ho anche letto. Proprio tutto come al solito. Al ritorno a casa avevo la pressione altissima ecc, ma ero contenta.
      Contenta anche adesso, perché sei qui. Ciao Buona settimana!

      Elimina
    2. Gesù difendeva sempre CHI per MOTIVI più importanti non rispettava la Legge FARISAICA.
      Se avessi AMATO Paolo come AMAVA Gesù ... saresti rimasto vicino a chi TI AMAVA come AMAVA Gesù.

      Il VERO PANE è GESU' stesso e non sempre è in un OSTIA consacrata. Vabbè, Paolo è stato consolato da Gesù in PERSONA ... lasciandoti ANDARE.

      L'AMORE VERO E' troppo VIOLENTO e il PIU' FORTE SPIRITUALMENTE e quello più debole nella CARNE.

      Fai come VUOI, come chi digiuna lo stesso ... nonostante è ESONERATO.
      Se pensate di salvarvi così ... non sarò IO ad impedirVELO.

      Mi sembra come i TdG che rifiutano le trasfusioni di sangue ... pensando al Dio Vecchio e non a SUO FIGLIO che ha VERSATO TUTTO il SUO SANGUE per NOI.

      Elimina
  3. Non uscirai nemmeno nel giorno del Nome SANTISSIMO di Maria a far gli auguri alla tua GIOIAosa amica?

    RispondiElimina
  4. Le ho fatto gli auguri al telefono! Verrò più tardi per parlarti più a lungo. Intanto sono contenta di averti trovato qui.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...