L'amore al proprio destino ( di L. Giussani)

4 comments


"E noi che di notte vegliamo attenti alla fede del mondo, protesi al ritorno di Cristo or verso la luce guardiamo" (Inno delle lodi")
Nella notte in cui affondano, nella notte dell'incoscienza del mondo - "tenebra sopra l'abisso" dice Eliot parlando di un mondo in cui l'uomo, come coscienza, era spaccato, rotto, bloccato, disperso dalla sua incapacità - noi vegliamo; ci è stata data una luce che illumina la profondità del cuore fino all'ultimo orizzonte degli occhi, contenuto di un'esperienza che si può fare, che siamo chiamati a fare, nella quale vediamo la risurrezione finale.
Ogni giorno siamo chiamati a sperimentare quest'urto sottile e discreto di risurrezione: abbiamo uno spunto di luce, una volontà di conoscere, un impeto di bene gratuito, una passione per il destino degli uomini e delle cose - come proiezione dell'amore al proprio destino -, in cui lentamente, col tempo che passa, tutto viene abbracciato, coinvolto, fino a giungere al culmine in cui Gesù ci dà l'esempio.
"Guardate il piccolo fiore del campo, l'uccello che cade, di cui il Padre sa. Anche i capelli del vostro capo sono numerati."
Come sarebbe bello che in noi ci fosse la coscienza e la conoscenza delle cose che ci richiamano all'Eterno!

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

4 commenti:

  1. Ma tutto questo è tremendamente umano, non vedo perché renderlo per forza divino^^

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Miki, ma ti sei mai chiesto,questo che tu dici tremendamente umano,cosa c'è all'origine?
    La natura, gli animali, l'uomo, così perfetti nel loro equilibrio,nella loro bellezza.
    Pensa alla mente umana così complicata, ma tutto in perfetto ordine,come un direttore d'orchestra,che dirige una infinitissima quantità di strumenti, per far sì che si tramuti in un'opera meravigliosa, e così via potrei proporti tantissimi esempi di ciò che è la VITA.
    Io di tremendamente umano vedo solo un grande egoismo!
    Un abbraccio Miki
    Dani

    Ps, per Lucia.
    Scusami se ho commentato Miki, anzichè commentare il tuo post.
    Ma forse così facendo l'ho commentato.
    Un bacio Lucy

    RispondiElimina
  3. Quello che so è che tutti cerchiamo la Vita e la vita.Non è possibile non chiedersi mai "Chi sono? Cosa cerco nel mio vivere?" Io amo le persone, tutte e in queste persone cerco Dio. Egli è la luce che brilla nei nostri occhi inquieti. Un abbraccio a tutti e due.

    RispondiElimina
  4. SI, la vita e LA VITA, due VIE parallele diVERSIficate da una verità che ha biSOGNO di poca luce e l'ALTRA che la renderebbe MERITEVOLE di COM-PASSIONE.
    Io non credo al DESTINO solo perché so la fine che fa una piccola luce quando incontra la GRANDE LUCE. La LUCE VERA.
    Un giorno il piccolo 12 N capirà cosa vuol dire all'N potenza.

    L'AMORE VERO, cioè la CARITA' ha già SCRITTO il SUO destino. Noi dobbiamo SOLO RIperCORRERLO.
    Il destino del MALE?
    CHIUSO nel suo tempo FISSATO.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...