Racconto di primavera

8 comments


Da qualche tempo l'aria s'era fatta più mite e il sole aveva cominciato a sostare più a lungo nei prati. Alberi, erba e animali, però, sembravano non aver nessuna voglia di svegliarsi. Tutti pensavano : " Ma che fretta c'è! Si sta così bene qui al calduccio!".
Chi invece era ben sveglia e impaziente di uscire all'aria aperta era Pratolina, una piccola margheritina.
In famiglia erano costretti a svegliarsi per badare a lei, che a tutti i costi voleva subito spuntare.
" Ma non vedete che è primavera!" diceva. E ogni volta le dovevano spiegare che quella non era primavera ma la fine dell'inverno.
"Che differenza fa! La primavera comincia quando l'inverno finisce!" ribatteva Pratolina.
C'è una gran bella differenza!" le rispondevano in coro tutti:
Ma Pratolina proprio non capiva quale. Così un giorno mentre tutti dormivano, spuntò.
Il prato su cui apparve era inondato di sole e l'aria era così mite che sembrava facesse addirittura caldo.
" Cosa si perdono!" ridacchiò Pratolina e si mise subito a prendere il sole.
Venne la sera. Il sole se ne andò e l'aria smise di essere mite. Arrivò la notte e sembrò che tutto il calore del giorno fosse velato nel cielo stellato. Pratolina rabbrividì e prese a tremare. Aveva così tanto freddo che a un certo punto cercò persino di ritornare sottoterra. Passò la notte tremando e, quando al mattino sorse il sole, lei lo salutò con un sonoro . Etcium!"
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

8 commenti:

  1. E' stata fortunata a cavarsela con un semplice raffreddore.
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaaao Gus! Lo sai vero che le "cose" semplici sono le più "fortunate"!! Come stai?

      Elimina
  2. Che tenero questo racconto, leggendo mi pare di udire la tua voce dolce che racconta...
    Un abbraccio + kiss.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Mi piaccion le favole...raccontane altre!" Ciao Dani!
      EVVIVA!!!: sono stata dalla neurologa che mi aveva visitato alcuni mesi fa e che mi aveva consigliato alcuni esami da eseguire. Mi ha trovato migliorata ( un'ora e mezza di visita) niente parkison ma tanto stress.Ritornerò per un eventuale controllo. Nell'anammesi, tra l'altro, "discorso fluente"!!Caspita.
      Per bilanciare le notizie, si è rotto (sembra) il motorino d'avviamento della macchina. In questo momento Paolo in viale Roma sta aspettando il carro attrezzi! Oggi mercoledì sei alla "prova del cuore"!Auguri.

      Elimina
  3. Ieri carissima Lucia è stata una giornata estiva più che primaverile. Il sole mette energia, invoglia ad uscire per stare il più possibile a contatto con la natura. Ho visto in pochi giorni crescere vistosamente le mie peonie che quando fioriranno saranno uno splendore, sai quando esco per occuparmi dei miei fiori perdo la cognizione del tempo, mi sembra sembra sia passato poco tempo ed invece sono volate ore ed ore. Mi rigenero però, tra i fiori sono felice, per un po' è come se non avessi alcun pensiero.
    Buona giornata! oggi purtroppo il sole non è ancora uscito, speriamo...visto il cielo un po' grigio.
    Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacciono moltissimo i fiori e mi piacerebbe averne un balcone pieno. Ma il mio pollice non è per niente verde! I fiori dello scorso anno sono quasi tutti stecchiti...si sono salvati i tulipani...le foglie dei tulipani, perchè di fiori per il momento, non se ne parla! Sono momenti parlicolari, vorrei andare in un vivaio e comperare un po' di gerani o altro...ma c'è crisi e non ho il coraggio di intavolare il discoro con Paolo...vedremo più avanti. Bacioni.

      Elimina
  4. Sempre disubbidienti i piccolini. Le è andata bene *_*
    Ciao Lucia buona serata a te *_*

    RispondiElimina
  5. Ciao Saray!Oggi qui a Novara c'è un bellissimo sole. "Tolgo o non tolgo il piumino?" questo è il dilemma! E tu cosa ne pensi? Abbracci.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...