venerdì 7 dicembre 2012

Sento le cose cantare - R.Maria Rilke

 
Le permisero di andare, di librarsi,
e nel giovane anno dare fremiti -
la loro umile vita di Maria
regale diventò, e meravigliosa:
come campane a festa in giorni santi
da una casa corse all'altra, immensa;
e Lei, svagata un tempo nella fanciullezza,
così diffusa si trovava nel Suo grembo,
così colma di quell'Uno -
per migliaia già bastante -
e sembrava tutto porLa in luce:
Lei che come vigna era, e dava frutto.