16a domenica del Tempo Ordinario: Prego G. Sacino

11 comments

PREGO

(pensando a Gesù che si commuove)

Signore lascia che Ti parli con sincerità:
Ti voglio bene e Ti ringrazio.
Ti voglio bene e Ti ringrazio di tutto:
Per il magistero della Chiesa,
che ci protegge dall'errore.
Per i Sacramenti che
mi donano la Tua stessa vita divina.
Per i Tuoi preti, poveri uomini
che portano il peso di un mistero infinito.
Per i padri e le madri di famiglia
che nella gioia e nel dolore, si amano
come vuoi Tu, raggiungendo picchi
di eroismi grandi e santi.
Per i giovani che Tu ami e
per i bimbi innocenti che Ti sorridono.
Signore, l'elenco potrebbe continuare
ma oggi Ti ringrazio perchè Ti sei commosso.
Sì, proprio perchè Ti sei commosso!
La commozione,
sentimento così umano e dolce,
ha inondato il Tuo cuore divino.
Tu Dio e Ti commuovi.
Grazie per essere un Dio dal cuore umano,
e che non abbia paura dei miei sentimenti
che mi rendono simile a Te.
Amen.
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Dani che bello averti visto attraverso skipe!!!Baci

      Elimina
  2. Una meditazione che entra dritta al cuore, a quel Cuore di Dio che raccoglie le nostre miserie e diventa Misericordia.
    Buona domenica Lucia

    RispondiElimina
  3. Sì, è un Dio dal cuore umano.
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricc e Gus: grazie della visita. Dio, il Mistero che fa tutte le cose entra nella nostra vita quotidianamente. Come? Con il Pane e il Vino segno dell'Eucarestia e del nostro vivere.

      Elimina
  4. ....aggiungo anche il mio Amen... Ciaoooooooooo e buon inizio di settimana cara Lucia. Bruna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bruna! Ben tornata! ho visto le fotografie:proprio belle! Riparti? un abbraccio.

      Elimina
  5. E' molto bella la tua preghiera, sopratutto quando parli dei preti, troppo spesso giudicati e non amati.
    Oggi a Messa durante l'omelia, un sacerdote milanese, ha detto che lui, spesso parla con il suo (nostro) vescovo a Trieste. Il vescovo gli ha riferito di essere molto colpito dalla quantità di lettere che riceve ogni giorno da quando è arrivato nella nostra città. Così tante, da non averne ricevute nell'arco della sua vita. Queste lettere parlano di questo o quel prete, di quello che fa e dice e della gente della parrocchia che protesta per mille cose.
    Invece di criticare sarebbe bene amare i nostri preti, i giudizi uccidono la chiesa e le persone stesse.
    Qui da me è così, ed è molto triste.
    Un abbraccio a te. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Saray: c'era un mio caro amico, Giorgio, che, se facevamo le preghiere spontanee, lui diceva sempre:"Signore dacci preti santi!". Io prego perchè il Signore ci mandi "preti" cioè nuove vocazioni. Non perchè non mi vadano bene i sacerdoti che abbiamo, ma perchè stanno diventando pochi e i fedeli sempre più esigenti!Grazie di tutto e un abbraccio. Ben tornata!

      Elimina
  6. Bellissima questa preghiera, non ha bisogno di commento.
    Carissima Lucia, anche se non ti scrivo, ti porto sempre nel mio cuore.
    Ciao! Ti abbraccio. Buon lunedì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosella! A me basta sapere che ci sei e che stai abbastanza bene!Un abbraccio!

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o