LA MONTAGNA

4 comments


Oggi ho pensato alla montagna e al suo rapporto con l'Infinito. Quando i miei bambini erano piccoli, passavamo tutto il periodo estivo, in montagna. Avete mai visto un bambino che rincorre un uccellino su una strada assolata di montagna, quasi a voler spiccare il volo a sua volta? Io sì. E ricordo di aver pensato alla felicità. Oggi penso alla felicità e immediatamente la collego con Dio.
 

Avevo letto che sia Walter Bonatti, eccelso scalatore, che Reinhold Messner parlando della montagna, il primo disse che la montagna più alta è dentro di noi e che resterà inviolata. Il secondo che la montagna è sacra perchè salva il sogno dell'impossibile. Entrambi hanno toccato, se così si può dire, con mano l'infinito e l'infinito è sempre Dio.
Pensare a Dio è pensare alla felicità, all'Amore, al bene.
Ricordo di aver pensato alla felicità e all'Amore guardando Enrico che camminava avendo sulle spalle Giacomo e , al suo fianco che trotterellava, Francesco.
Felicità è anche Ada che prega abbracciata a Elena, tutte e due sotto le coperte e con gli occhi chiusi per sentirsi più vicine a Dio.
Il bene sono i sorrisi, gli sguardi, l'attenzione , la consolazione, l'aiuto che ti viene dalle persone che ti sono vicine, che hai intorno; il bene è il profumo dei gelsomini che sale dal giardino fino al mio balcone.
Il bene sono gli amici che non ti piantano in asso; il bene è una gentilezza inattesa; è il coro dei bimbi che cantano durante la S. Messa e così facendo ricreano armonia e speranza di cui il nostro mondo ha tanto bisogno. Se pensiamo attentamente quante cose attorno a noi ci parlano di felicità, di Amore, di bene: ci parlano di Dio.
Qualche santo ha detto che "Nelle mani di Dio anche le cose più insignificanti diventano COMETA". e ancora "L'Amore è la luce che scende dal cielo". Buona giornata nel Signore!
Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

4 commenti:

  1. carloBisestile18/05/11, 10:05

    Una bella lettura molto coinvolgente.
    Ho letto e riletto con piacere.
    Immedesimandomi.

    RispondiElimina
  2. lucianadal18/05/11, 11:35

    Grazie Carlo: il Bene sono anche gli amici che ti fanno sentire la loro presenza costante. Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. paracchini18/05/11, 22:39

    Mi unisco a Carlo.
    L'immagine mi ha portato alla memoria quando da piccoli andavamo in montagna da mio zio Rino e mia zia Iride. Vacanze semplici, lavandosi con l'acqua fredda, la bruma della mattina a cercare funghi.

    Nelle mani di Dio anche le cose più insignificanti diventano comete. Mi hai fatto venire in mente quando a Fatima comparve l'arcobaleno attorno al sole. Il giorno dopo c'era chi diceva che era solamente un fatto naturale, che capita spesso. Ma Dio lo aveva dipinto in quel momento preciso, in quel luogo preciso, in quell'ora precisa, in quella preghiera precisa a benedire la piazza.

    RispondiElimina
  4. lucianadal19/05/11, 10:22

    E' attraverso te che vedo, e mi sento felice , quell'arcobaleno improvviso.Grazie e felicegiornata!

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...