Il Segno della Croce diH. Newman

5 comments



Ogni volta che questa mia carne peccatrice
la attraverso con il segno della croce,
pensieri buoni in me prendono le mosse e rinnovano
la loro assopita forza divina;
sempre dalla croce erompe
un nobile coraggio
di soffrire e di fare.

Chi mai direbbe che gli spiriti dell'odio,
tutt'intorno, sciolti per la breve ora d'aria,
non tremino alla vista
e schiamazzino il loro abbattimento?
Mentre in terre lontane
con la croce
qualche santo solitario benedice
il fresco profumo delle cose.

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

5 commenti:

  1. laprimaparola23/02/11, 12:27

    Il segno di croce, ogni volta che lo facciamo,  è invocare, accogliere, ricambiare l'abbraccio di Dio.
    Non in tutti i paesi è permesso. Non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati.

    RispondiElimina
  2. "... dalla croce erompe un nobile coraggio di soffrire e di fare."
    Fosse davvero così. Lucia!
    Significherebbe che la fede è un tutt'uno con chi fa quel segno di croce.
    Grazie.

    Un caro saluto.

    Carlo.

    RispondiElimina
  3. lucianadal23/02/11, 18:36

    #1 Antonietta: Nel segno di croce stabiliamo un rapporto con Cristo e nel suo abbraccio stabiliamo un'umanita nuova. Quante volte lo facciamo distrattamente senza pensare a cosa rappresenta! Facciamoci coraggio e riflettiamoci un po' di più (io in particolare).
    #2Carlo quando vedo la tua firma, non so perchè, ma sono contenta! Tu mi fai tanta compagnia, spiritualmente parlando! Ratzinger scriveva nel '93: "la fede è un'obbedienza di cuore alla forma  di insegnamento alla quale siamo stati consegnati". Io con te, con Antonietta, con la Dani e con Riccardo ricevo tanto "insegnamento" su cui riflettere.
    Buona serata a tutti!

    RispondiElimina
  4. paracchini23/02/11, 20:42

    Grazie a voi che mi portate a riflettere.
    È sempre Bene trovare sul cammino chi ti porta a riflettere. 

    RispondiElimina
  5. Cara Lucia, ciao.
    Sapere che esistono persone in sintonia, anche se non si vedono e non si conoscono (ovvio, parlo per me, che sono sempre perennamente anonimo forzato) fa piacere, credimi. Almeno a me fa quell'effetto.
    Soprattutto quando tutto attorno sembra avvolto nella nebbia generale... Tante persone che corrono e che non sanno mai "perdere tempo" (il tempo è danaro, dicono tutti!) per fermarsi un attimo (chi si ferma è perduto, ribadiscono tutti!) per un sorriso, per un gesto di cordialità, di amicizia, di calore umano, di fraternità spicciola e quotidiana...
    Forse per questo che son rimasto negli anni fermo al palo, quello dell'idealista che è considerato un perdente o/e un boccalone!
    Ma ancora oggi non saprei fare diversamente.
    Per fortuna. O purtroppo.

    Carlo.

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...