sabato 29 gennaio 2011

Ada Negri: Verginità


 




Tu, giovinezza mai perduta,
che rimani in fondo all'essere, più bella ora di prima,
giovinezza che ami,
e non pensi esser amata:
ad ogni fiore che sboccia o frutto che rosseggia,
al Dio dei campi e delle stirpi
rendi grazie in cuore