Amore mio.

mercoledì 21 giugno 2017

Possa la strada farsi incontro a me.
E, fino a quando non ci rincontreremo, 
possa Dio tenermi nel palmo della Sua mano.

L'immagine può contenere: notte


Nella notte vedo il tremolio delle stelle e delle mille luci della mia, ma non mia, città.
Ho raccontato di te e ne è nata una sana malinconia e, come spesso accade, ora voglio dedicarti un mio canto. 


Ritorna il passato ad ogni angolo di pensiero, lui, presente nella vita di tutti i giorni.Invece ho  paura delle notti popolate dai ricordi che incatenano i miei sogni.

Guardo la strada dove riposa l'eco delle tue risate e l'ombra del tuo corpo,fermo, immobile nel respiro affannoso....

Ora accanto al tuo viso immutato di bimba si affianca il mio, coperto da mille sentieri di gioie e dolori vissuti.

L'immagine può contenere: oceano, cielo, spiaggia, spazio all'aperto, natura e acqua


Un viaggio a ritroso nel tempo: eccomi viaggiatrice di pensieri che fuggono e s'arrestano quando il canto s'infrange su scogliere di speranza nascosta.

L'immagine può contenere: nuvola, cielo, uccello e spazio all'aperto

L'umile speranza  è la fortuna del mio cuore.

Cristo, mio amato, perchè quel giorno non gridasti anche a me: "Non piangere donna, tua figlia  dorme!" 
le mie lacrime sarebbero fiori.


L'immagine può contenere: pianta e fiore


Nessun testo alternativo automatico disponibile.


Saprò sempre amare in silenzio? Saprò sorridere anche se il cuore è triste e vorrei piangere?
E' la Grazia che mi aiuta a rendere felice chi amo, anche se mi ha portato via chi mi rendeva felice.

La purezza del bambino

martedì 20 giugno 2017

Risultati immagini per Blog Libero.it/certe piccolevoci


Nei bambini esiste una purezza che mette in ombra la nostra vita. 
Ascolto le loro risposte, non ci sono esitazioni, ma sorrisi e limpidezza d'occhi curiosi.
E' bella la vita nonna! Sembra che mi cantino. E' bella!
Con gli anni sono arrivata lontano, ma vivo d'apprendista!


Risultati immagini per Blog Libero.it/certe piccolevoci

Ah,Mio Dio! Lo so, lo so, dovrei essere migliore! 
Me lo ripeto sempre, pazienza devi avere mia cara, pazienza! 
Mentre il battito del cuore canta l'ansia nell'attesa del nuovo che verrà.


Risultati immagini per Blog Libero.it/certe piccolevoci

La vita è quella lacrima che scende lentamente e che mi bagna la guancia?! 
Tu che dormi il sonno del giusto non la vedrai domattina. 
Domani non troverai nessuna traccia! 
Domani ti saluterò sorridendo.



Risultati immagini per Blog Libero.it/certe piccolevoci 

La vita è un divino Mistero profondo; è il soffio del Creatore  pieno d'amore.


Risultati immagini per Blog Libero.it/certe piccolevoci


Lui (l'uomo) grida che la vita è lotta e dolore.....
Il ragazzo dice che la vita è vivere.....
Lei, che cammina a testa bassa con un canto diverso nel cuore, lei, dice che la vita è.... meglio morire, perchè non si sente amata, perchè conosce solo il verbo soffrire....




Vorrei abbracciarla e sussurrarle di amare una giovane donna di nome Maria che sa solo dire "Sì".E in quel "Sì" ci dona la Sua vita.


E la domanda sulla vita ritorna a me con un sorriso, e tu con la tua fatica mi guardi, scuoti la testa. E riprendi la strada sassosa.

Mi allontano un poco perchè io resto con la purezza delle risposte dei miei nipotini: è
bella la vita, nonna!!!


L'immagine può contenere: una o più persone e bambino


Franci ha segnato ben due goal e Enrico bacia il cane dalla felicità!!!!


Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Dove sono i fiori?

domenica 18 giugno 2017


L'immagine può contenere: fiore, pianta e natura
L'immagine può contenere: pianta, fiore e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: pianta, fiore, natura e spazio all'aperto

Sono i fiori del mio giardino-balcone


Dimmi! Dove sono andati i fiori?
I fiori della gioia di vivere
i fiori delle cose buone e giuste?
Oggi nessuno vede i fiori.
Li compero, li metto nei vasi, curo il loro crescere bagnandoli.
Ogni mattina. 
Come innaffio il mio cuore con la preghiera.
Dimmi, ti prego
dove sono andati i fiori?
Dei piccoli doni,
del muto dono di se?
I fiori di tutte le persone che amano,
Dimmi! 
Dove sono andati i fiori 
di quelle piccole gioie 
che nascondiamo nel cuore?
Lo sapete che i fiori sono il nostro sorriso,
non sono i fiori semplici, che vivono nei prati,
sono il sorriso,
una parola gentile,
Sono quel fiore gentile 
che ti regalo oggi
che è
il piccolo quadrato di Cielo 
dove vivono gli Angeli
dove volano alti gli uccelli,
gli aquiloni,
i palloncini
lasciata la mano del bimbo.
Uomo oggi ti aprirai come un fiore?
Ti donerai alla persona triste,? 
Come fa la mia rosa
donerai gratuitamente il tuo profumo
per ogni lacrima silenziosa 
che si è persa nella notte?
Vorrei che anche 
Il mio cuore oggi fiorisse d'incanto
e che tu sorriderai.
a me!
Buona giornata amico.


Risultati immagini per Immagini liberi.it/certe piccole voci

La rosa Bianca

sabato 17 giugno 2017


Risultati immagini per copertina del libro La rosa bianca immagini

La Rosa Bianca: attualmente è un libro scritto da Inge Scholl, sorella di Sophie che prese parte ad un movimento di opposizione nazista.

"...lo opprimeva il dover vivere in uno stato, in cui la mancanza di libertà, l' odio e la menzogna erano divenuti la condizione normale...
".


"Hitler era ...un flagello per l'umanità..."

"....noi ce ne stiamo a casa nelle nostre stanze a studiare come si guariscono gli uomini, mentre fuori lo stato manda a morire ogni giorno innumerevoli giovani..." 


 Hans e Sophie Scholl, furono giustiziati dai nazisti nel febbraio del 1943.

Come fosse un canto, la passione per la vita, che nemmeno il terrore del regime potè soffocare, rese grandi tutti i ragazzi  che presero parte di questo movimento.

Il mio amore per i diritti degli uomini di qualsiasi razza mi invita a cogliere ogni brillio di luce che traspare da qualche racconto a favore delle sofferenze per chi viene considerato diverso.


La quarta di copertina stampa:

"Possiamo veramente chiamarli eroi?

Non hanno fatto nulla di sovraumano.
Hanno difeso una cosa semplice, si sono battuti per i diritti e la libertà dei singoli, per la loro libera evoluzione e per il loro diritto ad una vita libera.
Non si sono sacrificati per un'idea fuori del comune, non perseguivano grandi scopi.
Ciò a cui aspiravano era che le persone come te e come me, potessero vivere in un mondo umano.
Il vero eroismo consiste forse proprio nel difendere con costanza la vita quotidiana, le cose piccole e ovvie. Inge Scholl. 




Essere poveri per sessanta, settant'anni,o più, se l'adempiersi del nostro viaggio,è compiere in silenzio ogni dovere verso ciò che ci è più caro,cioè l'amore alla famiglia, al lavoro e, contemporaneamente riuscire a restare persone oneste e magari essere allegri e altruisti: questo sarà il mondo in cui Cristo si rivelerà.

L'immagine può contenere: una o più persone








Il Gioioso Mendicante

venerdì 16 giugno 2017

Taci usignolo e lascia che canti il mio cuore

Risultati immagini per certe piccole voce libero.it immagini


"Il suono di un liuto si spande nell'aria  accompagnando una voce tenorile:

L'amore non è maschio e non è femmina,
non ha corpo e non ha anima.
L'amore è diverso da noi mortali,
eppure è lo scopo della nostra vita

"E' la voce del giovane Francesco Bernardone o sbaglio?"
"Zitto, lasciami sentire":

Dell'amore non conosciamo il nome o la natura;
ma senza la grazia di Dio,
la sua via ci resta sbarrata.
L'amore non fa breccia
in un cuore senza fede.

"scoppiarono i compagni in un grande applauso e Francesco si inchinò con grazia spontanea. 

"Siete gentili amici. Ma confesso di non essere io il poeta, solo l'umile traduttore ed esecutore. L'autore di questo canto è il grande tedesco Walther von der Vogelweide"




Su una pietra sedevo
una gamba levata sopra l'altra
e il gomito poggiato sul ginocchio
nella mia palma sorregevo il mento.
Così, pieno d'affanno riflettevo
qual sia la vita da tenere al mondo,
come si possan guadagnare beni
che non portino danno, né rovina.
L'onore vi sarebbe e la ricchezza
ma che tanto si battono l'un l'altra,
pur ve n'è un terzo, ed è il timor di Dio
che li supera entrambi, sì prezioso
che in uno scrigno lo vorrei tenere.
Ahimé non può esser che insieme
con i beni mondani viva in cuore.
Strade e sentieri a lui vengon tagliati,
alle spalle è in agguato il tradimento
e la violenza gira per le strade:
ferite son la pace e la giustizia.
I tre non hanno protezione alcuna
se prima i due non tornano a esser sani.


Immagine correlata

E'un piccolo brano del libro che sto leggendo. 
L'autore è Louis De Wohl e il titolo è Il Gioioso Mendicante (Francesco d'Assisi) 

Qui si ripercorre, in una narrazione avvincente e suggestiva, che non significa che falsa la realtà,  la vita di san Francesco e dipinge un vivido ritratto dell'epoca e dei suoi protagonisti, da Federico Barbarossa a santa Chiara, dal sultano Al Kamil a papa Innocenzo III, restituendoci la passione e la generosità di un uomo che scelse di lasciare tutto per vivere nel segno dell'amore per il prossimo.


Risultati immagini per Immagini della copertina del libro Il gioioso Mendicante - San Francesco


Louis De Whol sa collocare le vite dei santi dentro la storia e sa rendere in modo vivo la loro personalità.

Ho già letto: La mia natura è il fuoco ( vita di santa Caterina da Siena), L'albero della vita (vita di santa Elena madre di Agostino) La liberazione del Gigante (Tommaso d'Aquino) La gloriosa follia (narra della figura di san Paolo) .

Trama notturna

giovedì 15 giugno 2017

Risultati immagini per Immagini Blog libero.it Certe piccole voci


Tra pochi minuti nascerà un nuovo giorno. 
Andrò a Milano dalla mia mamma. E sarà ancora gioia, e sarà ancora tristezza.

Oggi ho saputo che una mia cara amica è scivolata nel limbo delle cose non più recuperabili.

Il suo nome non sarà più scritto da nessuna parte.

Certamente sarà sempre nel mio cuore.


 Risultati immagini per Immagini Blog libero.it Certe piccole voci


Esiste un posto dove si cancella il passaggio dei nomi delle persone che in un tempo, vicino o lontano, era stato inventato, dettato, sillaba per sillaba, minuziosamente. 

L'anagrafe.

Lì, il volto degli uomini appare e scompare.

Scritto, stampato  su di una targhetta che all'occorrenza,  viene ristampato e poi ...cancellato.

Risultati immagini per Immagini farfalle -foglie gialle

Nomi che sono farfalle trafitte da uno spillo che le cataloga.

"Ignota" conferma l'impiegata.
L'aggettivo senza volto si cambia in un altro, nostalgico.
 Risultati immagini per Immagini Blog libero.it Certe piccole voci
La mia mente, il mio pensiero va alla persona conosciuta e oggi rimpianta: "perduta".



Ecco che il volto della mia amica verrà, tra qualche giorno, fuso nel bronzo di un medaglione senza tempo.

Non lo vedrò invecchiare, sotto una ragnatela di rughe. 
E' ormai fermo e immobile consegnato solo e per sempre al ricordo del nostro primo incontro: ora è una foglia che galleggia e non conosce l'autunno e non si farà mai gialla.


Risultati immagini per Immagini Blog libero.it Certe piccole voci

Eppure vorrei incontrarla, come mi succede sempre ogni giorno per Valeria. Vorrei essere riconosciuta in mezzo alla folla e chiamare il suo nome. Gridarlo magari.


 Risultati immagini per Immagini Blog libero.it Certe piccole voci

Chiamerei la mia vita, chiamerei me stessa di quando ero bambina, con un nome che nessuno sapeva, perchè era il mio nome dell'anima. 

Nessuno lo sapeva, forse nemmeno io: mi sembrerebbe di chiamare la mia anima, tant'è impastata con gli amici, con il tempo, con quello che è e che è stato.

Mi sembrerebbe di chiamare il mio malinconico cuore di bambina, che aspettava soltanto chi lo riconoscesse.




Nella mia borsa c'è una busta di stoffa (pochette?) dove cantano, insieme ai festosi colori dei fiori stampati, tanti fogli che mi appartengono come una seconda pelle e tra questi fogli, c'è un vecchio Stato di Famiglia. 

Non è sono un foglio: è la certezza che eravamo cinque persone unite in un grande amore.

  Risultati immagini per Immagini dipinti donna che pensa

Particolari pensieri arrivano la notte, quando tutto tace, quando i lampioni nelle strade formano un cono di luce sull'asfalto bagnato dal recente temporale, e io ve li dono, certamente non per rattristarvi, ma per rendervi partecipi del momento in cui silenzioso, si tesse l'ingannevole trama della terra.... buonanotte.

Risultati immagini per Immagini lampioni  coni di luce

Ultimo scultore cristiano? : Timothy P. Schmalz

martedì 13 giugno 2017

Timothy P. Schmalz


Gesù mendicante.

Risultati immagini per immagini sculture di Gesù di Timothy Schmalz


Risultati immagini per Immagini- sculture su Gesù di Timothy Schmalz




Una statua del Nazareno, a grandezza naturale, rappresentato come un homeless disteso su una panchina, è stata collocata all’ingresso dell’Elemosineria apostolica.


L’ha realizzata lo scultore canadese Timothy P. Schmalz

L'Uomo si trova su una panchina, il suo corpo avvolto quasi interamente in una coperta leggera. Non vedrete la faccia, solo i piedi sono esposti, che portano, evidenti, i segni della crocifissione. 

Una statua di bronzo raffigurante Gesù come un "senzatetto" ed è stata posta nel cortile di Sant'Egidio in Vaticano, presso l'ingresso della Almonry Apostolica, all' inizio della Settimana Santa nell'Anno della Misericordia. L'opera, iper-realistica, è dello scultore canadese Thimoty P. Schmalz.

"L'idea di rappresentare in questo modo molto originale il Nazareno è nata dopo aver visto una persona senza casa che dorme su una panchina all'aperto durante le vacanze." Gesù-emarginato dovrebbe far pensare alle parabole di Gesù e in quelle sculture pensare a noi, alla nostra vita.  

Nel novembre 2013, nel corso di un'udienza generale in Piazza San Pietro, l'autore ha avuto l'opportunità di presentare al Papa una miniatura di Gesù 'senza fissa dimora'. "Quando il Papa ha visto la scultura e incontrò lo scultore, s'inginocchiò e pregò..

La statua è stata un dono di mecenati canadesi, che per primi hanno aiutato Chmalz quando aveva vent'anni. La scultura originale è nella Regis College, la Scuola di Teologia dei Gesuiti di Toronto; Ci sono anche molte altre copie in Australia, Cuba, India, Irlanda, Spagna (vicino alla Cattedrale dell'Almudena) e in diverse città degli Stati Uniti.

Nel mese di aprile 2014, una copia della stessa statua in bronzo è stata installata al di fuori della piccola Chiesa Episcopale St'Alban a Davidson, Carolina del Nord; una notte, la polizia ha ricevuto una telefonata da una donna preoccupata perché pensava di aver visto una persona senza fissa dimora di carne e di sangue che dorme sul banco. Nel novembre dello stesso anno, un'altra copia della statua è stata posta al di fuori del Methodist Central Hall Westminster a Londra, a pochi passi da Westminster Abbey e il Big Ben Abby.

Schmalz è l' autore di altre rappresentazioni simili, come il "Gesù Mendicante" che si trova all'ingresso del nuovo padiglione del romano Santo Spirito ospedale nei pressi del Vaticano. "Di solito descrivo le mie sculture come preghiere visive".


Le due statue bronzee “Quando io ero ammalato” e “Quando io ero affamato e assetato” fanno parte di un unico ciclo artistico dedicato al Vangelo di Matteo, ideato e fuso in Canada in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia. Il ciclo comprende anche “Quando io ero nudo” (donato alla Basilica di San Pietro in Vincoli), “Quando io ero in carcere” (donato alla Basilica di San Paolo) e “Quando io ero straniero” (donato alla Basilica di San Lorenzo in Lucina).


Dopo aver visto-ascoltato questo video non potevo non riproporlo sul mio Blog.

Non trovo l'immagine della scultura di Gesù carcerato. Se qualcuno la trova, mi piacerebbe completare il post.

<iframe width="230" height="129" src="https://www.youtube-nocookie.com/embed/39IVmZaGQbw?rel=0&amp;controls=0" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>